Quotidiano Nazionale logo
14 apr 2022

Quarta dose? Per adesso siamo fermi alle domande

Un solo vaccinato over 80 ieri al Ristò. Gli altri hanno chiesto informazioni. Da oggi è possibile la prenotazione. Un platea, in provincia, di 25.138 persone

alessio zaffini
Cronaca
Calma piatta al centro vaccinale dell’Iper
Calma piatta al centro vaccinale dell’Iper
Calma piatta al centro vaccinale dell’Iper

di Alessio Zaffini

Vicino c’è il supermercato pieno di gente che fa la fila per le spese della Pasqua. Ma il punto vaccinale ex Ristò, ieri mattina, nonostante fosse già cominciata la somministrazione delle quarte dosi, per over 80 e fragili dai 60 ai 79 anni, era praticamente un deserto.

Basta con le file lunghissime, con le persone che smaniavano di vaccinarsi. Ormai sono solo ricordi lontani, perché il Ristò ieri era vuoto. Eppure, 25.138 in provincia di Pesaro-Urbino gli over 80 che possono fare la quarta dose. I fragili tra i 60 e i 79 anni che possono fare la quarta dose sono invece 35.380 (nelle Marche).

"Si saranno presentate, si e no, dieci persone – raccontano i volontari della Protezione Civile –. Di questi dieci, uno solo si è vaccinato, mentre altri hanno chiesto informazioni se dovessero o meno vaccinarsi e, in caso affermativo, quando. Insomma, sempre le solite domande".

La solita routine, quindi, di chi è sempre a presidiare l’ex-ristorante, il quale si vede passare davanti centinaia, se non migliaia, di persone senza che nessuna di loro, o quasi, si fermi. Con la fine dello stato d’emergenza, infatti, le persone "si sono un po’ adagiate tra due guanciali", dice ancora il volontario della protezione civile, rimanendo quasi impassibili davanti ad una quarta dose che non spaventa più. Ciò non toglie che una persona, un 10% di chi si è presentato, si è vaccinata, in modo consapevole e con il ricordo ancora indelebile di un virus che tutt’ora circola e che, con la sua contagiosità, ancora infetta e colpisce la popolazione.

Da oggi comunque ci si può anche prenotare, ricordando poi che gli over 80 possono vaccinarsi anche presso i medici di famiglia o nelle farmacie aderenti alla campagna vaccinale. La prenotazione si effettua anche tramite il portale di poste italiane: https:prenotazioni.vaccinicovid.gov.it: oltre ai dati personali dell’utente, occorre disporre del numero di tessera sanitaria e del codice fiscale, e di un numero di cellulare al quale verrà notificata la conferma. Con l’ausilio di Poste Italiane, è possibile prenotare anche nei PostaMat attivi sul territorio regionale (è sufficiente inserire la tessera sanitaria), tramite i portalettere che consegnano la posta a casa o inviando un Sms con il codice fiscale al numero 339.9903947 (entro 48-72 ore si verrà ricontattati per procedere telefonicamente alla scelta di luogo e data dell’appuntamento). Una volta avviata la prenotazione, all’utente verrà subito comunicato il giorno, la sede dove verrà somministrato il vaccino e l’orario in cui ci si deve presentare al Punto di Vaccinazione.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?