Racconti da una storia senza tempo. Con Moni Ovadia e Aldo Cazzullo anche la Bibbia diventa un romanzo

Appuntamento domani al Parco Miralfiore per lo spettacolo nel cartellone di Tau, Teatri Antichi Uniti. Da Adamo a Isaia, l’attore e il giornalista portano in scena alcuni degli episodi più noti delle Sacre Scritture.

Racconti da una storia senza tempo. Con Moni Ovadia e Aldo Cazzullo anche la Bibbia diventa un romanzo

Racconti da una storia senza tempo. Con Moni Ovadia e Aldo Cazzullo anche la Bibbia diventa un romanzo

Il romanzo della bibbia con Aldo Cazzullo, Moni Ovadia e le musiche dal vivo di Giovanna Famulari andrà in scena domani al Parco Miralfiore (ore 21.15). Uno scrittore e giornalista, un attore e performer e una musicista, sono i protagonisti dello spettacolo proposto dalla XXVI edizione della rassegna regionale TAU/Teatri Antichi Uniti che in un dialogo aperto, tra passato e presente, tra beni e attività culturali, offre l’opportunità di fruire i luoghi di interesse archeologico per la spettacolarizzazione restituendoli a un ampio uso.

Una formula inedita che garantisce uno spettacolo dalle mille sfaccettature, coinvolgente e ammaliante, per raccontare una storia senza tempo. Aldo Cazzullo, inviato speciale ed editorialista del Corriere della Sera, racconta e Moni Ovadia lo accompagna con letture, interventi e canti. Le musiche – che spaziano dal sacro al contemporaneo – sono a cura di Giovanna Famulari. Il racconto tocca alcuni degli episodi e dei personaggi più noti dell’Antico Testamento: dalla Creazione a Sodoma e Gomorra, da Adamo ed Eva all’Arca di Noè, da Abramo fino alla profezia di Isaia che preannuncia e lascia intravedere l’arrivo del Messia. A Pesaro il programma si arricchisce con la visita al mosaico pavimentale della Cattedrale, a cura della Arcidiocesi di Pesaro/Beni Culturali e Artistici, (info e prenotazioni presso Amat 071 2075880, prenotazione necessaria entro il giorno precedente la visita).

Moni Ovadia nasce in Bulgaria nel 1946, da una famiglia ebraico-sefardita; è considerato uno dei più prestigiosi e popolari uomini di cultura ed artisti della scena italiana. Il suo teatro musicale, ispirato alla cultura yiddish che ha contribuito a fare conoscere e di cui ha dato una lettura contemporanea, è unico nel suo genere, in Italia ed in Europa. Moni Ovadia è anche noto per il suo costante impegno politico e civile a sostegno dei diritti e della pace per il quale gli sono stati conferiti numerosi premi come il "Sigillo per la pace" dalla città di Firenze, il "Premio Franco Enriquez" per l’impegno civile, il Premio Speciale UBU 1996 per la sperimentazione teatrale, il Premio De sica per il teatro dal Presidente della Repubblica e nel 2010 il prestigioso Premio Musatti dalla Società Psicoanalitica Italiana. Info e prevendite presso Amat e biglietterie circuito vivaticket; Teatro Sperimentale 0721 387548, biglietteria Parco Miralfiore 334 3193717 il giorno di spettacolo dalle ore 20.

ma.ri.to.