Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
6 giu 2022

Pesaro, ragazzini rapinati del monopattino. "Città piena di bande"

L’ira del padre: "Questa città è diventata un far west". E organizza una ’ronda’

6 giu 2022
benedetta iacomucci
Cronaca
MONOPATTINI MONOPATTINO
Due ragazzini in monopattino (foto di repertorio)
MONOPATTINI MONOPATTINO
Due ragazzini in monopattino (foto di repertorio)

Pesaro, 6 giugno 2022 - Erano appena le 23.30, sabato scorso. Lui, 14 anni, stava rientrando a casa con un amico, ciascuno sul proprio monopattino. Avevano passato la serata al Luna park di Villa Marina e stavano percorrendo viale Trieste. A un certo punto gli si sono parate davanti due figure: non hanno detto una parola, non serviva. Li hanno direttamente spinti giù dal monopattino, lasciando il 14enne a terra con la caviglia dolorante, mentre l’altro si è dato alla fuga terrorizzato. Il primo, sotto choc, ha subito chiamato il padre, poi è arrivata la volante. Non c’era più traccia degli aggressori, ma gli agenti hanno comunque fatto un giro all’interno del Luna park, dove capannelli di ragazzini poco più che adolescenti li guardavano con aria di sfida. Una tensione che si tagliava col coltello, con il padre del 14enne che non ha potuto contenere la sua rabbia. Il padre del ragazzo è Andrea Roberti, impiegato comunale all’Anagrafe con un fisico da culturista e una passione per le arti marziali. Insomma, non proprio la persona giusta da fare arrabbiare. E si è arrabbiato, tanto. "Pesaro è diventato un far west – tuona Roberti –: ormai questi teppistelli non si accontentano di tagliare i lucchetti, aggrediscono direttamente i più deboli e portano via collane, portafogli caschi e monopattini. Non so quante chiamate ho ricevuto da sabato sera: tanti genitori che mi dicevano che anche i loro figli erano stati vittime di furti o aggressioni. Perché ormai Pesaro è così. Bande di giovanissimi ogni tipo, in ogni quartiere, fanno i loro comodi. Tre settimane fa mi hanno rubato la bici da 700 euro sotto casa, in piazza Redi. Ho lasciato perdere, ma stavolta no, vado fino in fondo: mio figlio non si tocca". Andrea Roberti è davvero intenzionato ad andare fino ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?