Rita Pavone vince il titolo italiano Master sui 1500m a Acireale

Rita Pavone, runner pesarese, si è aggiudicata l'ennesimo titolo italiano sui 1.500 metri ai Campionati italiani individuali su pista Master, nonostante un infortunio che l'ha tenuta lontana dalle gare per tre mesi. Grazie alla forza d'animo e alla caparbietà, ha raggiunto un grande risultato.

Rita Pavone vince il titolo italiano Master sui 1500m a Acireale

Rita Pavone vince il titolo italiano Master sui 1500m a Acireale

Ancora una straordinaria prestazione per la runner pesarese Rita Pavone (foto) ai Campionati italiani individuali su pista Master, andati in scena allo stadio "ACI e Galatea" di Acireale, in provincia di Catania, a cui hanno preso parte centinaia di atleti provenienti da varie regioni d’Italia. La tenace portacolori del Gruppo Podistico Lucrezia del presidente-atleta Bruno Toccacieli, si è infatti aggiudicata l’ennesimo titolo italiano della sua prodigiosa carriera di mezzofondista, dominando fin dal colpo di pistola da parte dello starter la gara dei 1.500 metri, riservata alla categoria SF60, con l’ottimo crono finale di 6’49" e 12 centesimi.

Per l’atleta di Pesaro è stato un grande risultato, visto che è arrivato nonostante un serio infortunio che l’ha tenuta lontana dai campi di gara ben tre lunghi mesi. Ma, con una eccezionale forza d’animo e la caparbietà che l’ha sempre contraddistinta, le ha permesso di confermarsi ai vertici nazionali sui 1.500 metri. Un titolo tricolore che fa seguito a quello colto nei primi mesi dell’anno a Parma, nel corso della prova indoor sempre sulla di- stanza dei 1.500 metri.

"E’ stata una gioia immensa portare a casa questo titolo italiano – ha commentato Rita Pavone – visto che purtroppo esco da un serio problema fisico e di conseguenza il morale non era dei migliori. Ma questa vittoria cancella in parte la tanta sofferenza e mi permette di guardare al futuro con più serenità. Vorrei ringraziare mio marito Stefano e il presidente del Gruppo Podistico Lucrezia Bruno Toccacieli, che mi sono stati sempre vicini e hanno sempre creduto in me".

Leonardo Oliva