Roberto Burioni dice "no grazie" al Pd: "Continuo a fare il prof e divulgare la scienza"

La proposta di candidarlo sindaco a Urbino è finita nel giro di poche ore con un “Tweet“ pubblicato ieri mattina dal virologo

Roberto Burioni dice "no grazie" al Pd: "Continuo a fare il prof e divulgare la scienza"

Roberto Burioni dice "no grazie" al Pd: "Continuo a fare il prof e divulgare la scienza"

Con rapidità e precisione, non è un tipo che tentenna per natura, il professor Roberto Burioni ha gentilmente respinto l’offerta del Pd di fare il candidato sindaco a Urbino, notizia svelata ieri dal Carlino. Burioni conferma di aver ricevuto l’offerta, e spiega perché non accetta in una serie di uscite su “X“ (l’ex Twitter). "Ho ricevuto – scrive –, tramite un caro amico, la proposta di candidarmi come sindaco di Urbino e la cosa mi ha molto lusingato. Prima di tutto perché – nonostante la narrazione imperante degli ultimi 30 anni – ritengo la politica la forma più alta di impegno sociale per un cittadino in un Paese democratico. In secondo luogo perché il fatto che in una città con una così antica e importante tradizione universitaria si pensi proprio a un professore universitario come candidato sindaco è a mio giudizio un segno molto positivo. Tutti sanno quanto io sono legato alle mie origini, ma ho deciso di non accettare. Anche di fronte ad altre proposte, in passato, ho scelto di continuare a fare il Professore Universitario e di proseguire nel mio impegno per comunicare al pubblico correttamente la scienza e la medicina. In questi tempi di oscurantismo e di superstizione penso che anche questa sia una forma di politica, ed è questo il modo in cui penso in questo momento di essere più utile al mio Paese".

Per il Pd di Urbino la partita rimane dunque aperta. E pensare che già ieri arrivavano reazioni (positive) al suo nome come candidato.