Scuola e positività al covid, dad e nuove regole
Scuola e positività al covid, dad e nuove regole

Pesaro, 13 gennaio 2022 - Calma e gesso. Secondo il nuovo tracciamento, introdotto il 5 gennaio, con un caso positivo in classe, gli alunni iscritti alla primaria, devono fare un tampone immediato il prima possibile, il cosiddetto T0 e un altro dopo 5 giorni (T5). Con l’esito negativo possono tornare in classe. Il test sarà ripetuto comunque dopo 5 giorni. I due tamponi evitano la didattica a distanza (dad). Altrimenti, al secondo positivo la classe va in quarantena e le lezioni proseguono a distanza. Ma cosa vuol dire oggi "fare un T0 il prima possibile" con l’Asur che ha difficoltà a fare tamponi scolastici avendo 500 casi al giorno da tracciare?

Fine quarantena e isolamento, le regole in Emilia Romagna - Picco covid Emilia Romagna 2022, Bonaccini: "E' vicino" - Colori regioni: Emilia Romagna, Marche e Veneto ancora gialli. Valle d'Aosta arancione?

Quanto durano quarantena e isolamento, le nuove regole - Bollettino Marche: 1.955 nuovi casi

Un sanitario effettua il tampone antigenico rapido

Bollettino covid Marche: i dati del 12 gennaio 2022

Per migliorare la tempistica e garantire il servizio gratuito alle famiglie, su disposizione del direttore Asur, il dipartimento di prevenzione potenzierà nei siti di via Lombardia a Pesaro, in località Sasso a Urbino e al Codma di Fano il servizio di tracciamento T0 e T5 per gli alunni della primaria. "Ma le famiglie, proprio per accorciare i tempi, preferiscono andare in farmacia seppur a pagamento" testimonia la preside Angela De Marchi. In questo modo se del positivo si sa al mattino, il pomeriggio stesso i compagni sanno se il giorno seguente possono rientrare a scuola o meno. Questa strada è preferita dalle famiglie che avrebbero come alternativa di andare, senza dover pagare nulla, in una delle strutture Asur.

Green pass da guarigione: come sbloccarlo e avere il nuovo

Tra i 12 e 18 anni la Regione contribuisce al prezzo del tampone, ma meglio spendere 8 euro in farmacia evitando ogni complicazione. Prima fra tutte quella che vede l’Asur dare un appuntamento per il tampone anche due giorni dopo la notizia del positivo. Tradotto: se il bambino aspetta di fare il tampone gratutitamente all’Asur, fino a quando non avrà fatto il T0 farà lezione in dad. E’ la possibilità prevista dall’ufficio scolastico regionale nella circolare diffusa ieri ed emersa al tavolo tecnico di confronto tra Asur, Regione, Usr e sindacati del mondo della scuola di martedì.

Per il resto le indicazioni operative seguono lo schema già noto. L’Ufficio scolastico regionale in una nota ha ribadito che per l’alunno negativizzato costituisce titolo di rientro il certificato di guarigione rilasciato dall’autorità sanitaria. In definitiva con un solo caso positivo all’infanzia immediatamente viene sospesa l’attività in presenza, mentre alle medie e alle superiori si resta in classe con l’obbligo di indossare Ffp2 per 10 giorni.

Alle medie e alle superiori in caso di due positivi restano in presenza con obbligo di ffp2 i vaccinati (entro 120 giorni; con terza dose e guariti entro 120 giorni). I non vaccinati (o senza terza dose o guariti da più di 120 giorni...) vanno in dad per 10 giorni. In caso di tre positivi scatta la quarantena per dieci giorni. Non è ancora attuabile la disposizione per cui fino al 28 febbraio, il tampone nelle farmacie per gli studenti delle secondarie muniti di ricetta medica, sarà gratuito: "Mancano le ancora le linee guida nazionali" conferma Luca Pieri, vicepresidente nazionale Assofarm.