Studenti all'esame di Maturità (Newpress)
Studenti all'esame di Maturità (Newpress)

Pesaro, 8 novembre 2018 - Orientare i giovani a decidere quali studi seguire dopo la terza media, ma anche aiutare le scuole a conoscere gli esiti dei propri sforzi formativi. Questo è lo scopo principale di Eduscopio, il rapporto realizzato dalla Fondazione Agnelli con i dati aggiornati delle scuole superiori che meglio preparano i ragazzi ai corsi universitari o al mondo del lavoro, presentati dal Carlino in anteprima per il 2018.

LEGGI ANCHE Scuole superiori Marche, le migliori per la classifica Eduscopio 2018

I ricercatori responsabili del progetto hanno analizzato i risultati universitari di un milione di studenti che si sono diplomati in oltre 6mila scuole italiane negli anni scolastici 2012/2013, 2013/2014 e 2014/2015. In particolare, per i percorsi universitari,  Eduscopio.it ha guardato agli esami sostenuti, ai crediti acquisiti e ai voti ottenuti dagli studenti nel primo anno di università, quello maggiormente influenzato dal lavoro fatto durante gli anni della scuola secondaria. In sostanza, questi indicatori riflettono la qualità delle basi formative, la bontà del metodo di studio e l’utilità dell’orientamento acquisito nelle scuole di provenienza. Invece, per coloro che non proseguono gli studi e preferiscono entrare rapidamente nel mondo del lavoro, la ricerca verifica se hanno trovato un’occupazione, quanto rapidamente hanno ottenuto un contratto di durata significativa, se il lavoro ottenuto è coerente con gli studi compiuti o se invece è un lavoro qualsiasi. Ebbene, ecco cosa dice la classifica 2018 delle migliori scuole della provincia di Pesaro-Urbino.

Nell'istruzione classica primeggia il liceo Nolfi di Fano, seguita dal Mamiani di Pesaro e dalla Nuova Scuola, anche se tutte mostrano punteggi in flessione rispetto al 2017 per qualità e velocità dell’apprendimento universitario, voti negli esami e quantità di crediti ottenuti. In controtendenza solo il dato della Nuova Scuola, che registra una percentuale in ascesa degli studenti che si diplomano nei cinque anni (91,7%). Scendono le valutazioni anche nelle scuole di istruzione scientifica dove sul gradino più alto del podio c’è il liceo Torelli di Fano, che può vantare la media più alta di tutte le scuole della provincia nei voti agli esami universitari del primo anno (27,31 trentesimi). Al secondo posto il Laurana-Baldi di Urbino e al terzo il Marconi di Pesaro. Se i licei si confermano, almeno stando ai risultati ottenuti, come le scuole maggiormente responsabilizzate rispetto a due fondamentali missioni formative – la preparazione e l’orientamento agli studi universitari – gli istituti superiori che preparano al lavoro mantengono buoni standard di preparazione pur con valori in flessione rispetto al 2017.

LEGGI ANCHE Scuole superiori Emilia Romagna, la classifica di Eduscopio 2018

Stiamo parlando, per quanto riguarda l’indirizzo tecnico-tecnologico, dell’Agrario Cecchi che scende di quasi 3 punti nell’indice Fga che misura la velocità nel percorso di studi, ossia la percentuale di crediti formativi universitari ottenuti, e la qualità nell’apprendimento universitario, seguito dal Mattei di Urbino (-2 nel Fga) e dal Bramante-Genga. Infine, nell’indirizzo tecnico-economico si conferma la triade Bramante-Genga di Urbino, Donati di Fossombrone e Raffaello di Urbino.