Quotidiano Nazionale logo
1 mag 2022

Se n’è andato Sandro Santini uno dei padri del turismo cittadino

Aveva gestito il Cruiser, il Clipper e l’International. Tra i vari incarichi anche quello di presidente degli albergatori della Sardegna

Se ne è andato in silenzio Sandro Santini in un piccolo cimitero di Cagli uno degli uomini che ha segnato la Pesaro da bere estiva, l’epopea del turismo inglese, del Cruiser, della moglie di John Lennon, poi della cosiddetta nipote del premier inglese Winston Churchill e di altre leggende metropolitane. Attore di primo piano di quegli anni, Santini, 73 anni, nato a Massa, una piccola frazione di Cagli, "era arrivato a Pesaro con la fiumana, ma per me più che uno zio è stato un secondo padre – ricorda Roberto Corbin, direttore del Flaminio –, un uomo che mi ha insegnato il mestiere".

Sandro Santini ha svolto per tutta la sua vita il lavoro negli alberghi, perché oltre ad essere stato direttore del Cruiser, quando il grande albergo di viale Trieste era stato preso in gestione dalla famiglia Bassanini, ha diretto anche hotel Clipper, quindi l’International. Dopodiché la decisione di lasciare Pesaro per nuove avventure in Inghilterra, poi in Germania. Da una esperienza ad un’altra, perché poi ha diretto alberghi ad Alghero, a Baia Sardinia per poi concludere la sua esperienza a dirigere alberghi a Loreto e Castelfidardo, oltre ad essere insegnante di scuola alberghiera in Sardegna dove ha anche ricoperto la carica di presidente degli albergatori. Comunque sempre stretti i suoi rapporti con la città perché aveva collaborato con Stefano Borchia alla nascita e la gestione della "Supreme food", azienda di catering. Due mesi fa aveva perso la moglie Marisa: Santini lascia due figlie Alessandra e Patrizia, i fratelli ed i nipoti. "Un uomo – ricorda Corbin –: che in qualche maniera è stato da traino per tante persone che hanno cominciato a fare il mestiere nel mondo dell’accoglienza in città. Sicuramente fu uno dei piu grandi direttori che del Cruiser dei tempi d’oro".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?