Sfiorano già quota mille gli iscritti alla diciannovesima edizione della corsa più amata

Gli atleti provengono da diciotto paesi. Più di cinquecento hanno chiesto il pettorale per la gara regina. Figurano concorrenti anche da Iran, Perù e Brasile

Sfiorano già quota mille gli iscritti alla diciannovesima edizione della corsa più amata
Sfiorano già quota mille gli iscritti alla diciannovesima edizione della corsa più amata

Quando mancano ancora 8 giorni dal suo svolgimento sfiorano già quota mille gli iscritti alla 19esima ColleMar-athon (in programma per il 7 maggio). E, dato ancor più incoraggiante, si tratta di atleti provenienti da ben 18 paesi. Più di 500 hanno chiesto il pettorale per la gara regina, sui 42,195 chilometri da Barchi a Fano, circa 400 per la mezza maratona Mondolfo-Fano e quasi un centinaio per la 10 chilometri (novità di quest’anno) da Barchi a Sant’Ippolito. Numeri importanti, che certificano la rilevanza della kermesse a livello tricolore e anche internazionale, tant’è che oltre agli italiani, provenienti da quasi tutto lo Stivale, figurano concorrenti dall’Albania, dal Belgio, dalla Svizzera, dalla Germania, dal Lussemburgo, dall’Olanda, dalla Polonia, da San Marino, dall’Iran, dal Perù, dal Brasile, dalla Spagna, dalla Romania, dal Lussemburgo, dal Marocco, dalla Corea e dagli Stati Uniti. E da qui al 7 maggio è presumibile che vorranno iscriversi anche atleti da altre nazioni. Perché quello della ColleMar-athon e delle sue tre diverse prove su altrettante distanze, è davvero un fascino incredibile, che cattura runner professionisti e amatoriali di tutta Europa e anche di altri continenti.

s.fr.