"Sì alle strisce blu ma nessuno che tagli l’erba"

"Sì alle strisce blu  ma nessuno  che tagli l’erba"

"Sì alle strisce blu ma nessuno che tagli l’erba"

"Il turismo a Marotta parte male: sì alle strisce blu, ma niente cura del verde". E’ l’affondo dei consiglieri di minoranza Anteo Bonacorsi, Marco Gentili e Alessandro Tonelli, che dichiarano: "Il primo fine settimana di sole, con i primi turisti affacciatisi al mare, gli spazi verdi sono stati trascurati e lasciati in uno stato di abbandono che deturpa il fascino della nostra località marittima. Uno degli aspetti più evidenti di questo degrado è l’erba non tagliata e le piante incolte che invadono le aiuole pubbliche e i parchi, presentando un aspetto trasandato e poco accogliente, oltre a risultare, in alcuni punti, pericoloso per la viabilità". "E l’incuria e il degrado – incalzano i tre membri del gruppo ‘Futura, tu al centro’ - non interessano solo il verde, ma si estendono anche alle panchine, alle aree ricreative e ai marciapiedi che, lasciati in uno stato di abbandono, diventano dei luoghi poco invitanti. È necessario stabilire programmi di manutenzione, soprattutto in vista della stagione turistica, con sfalci e potature regolari per l’erba e le piante e la cura di tutti gli spazi pubblici. Il primo fine settimana di sole é ormai andato ed è partito decisamente male. Ci auguriamo, almeno che per il ponte del 2 Giugno, primo vero banco di prova della stagione estiva, dove (tempo permettendo) ci sarà un notevole afflusso di turisti, l’amministrazione abbia intenzione di provvedere a rendere accogliente la località e offrire una ‘cartolina’ dignitosa ai nostri operatori turistici e ai visitatori".