Sopralluogo del sindaco: "Palestra pronta a maggio"

Matteo Ricci al cantiere di via Lamamora per stringere sui tempi dei lavori. Ma la mancanza di una tribuna da 300 posti ne limita molto l’utilizzo.

Sopralluogo del sindaco: "Palestra pronta a maggio"

Sopralluogo del sindaco: "Palestra pronta a maggio"

Per il sindaco Matteo Ricci è il momento dei sopralluoghi in tutti i cantieri. In particolare quelli di carattere sportivo come lo stadio Benelli o il campo sportivo di Villa San Martino. Oppure le palestre, anche se in questo caso i cantieri sono appena iniziati, come è accaduto alla cittadella del Basket di Villa San Martino e come è successo nei giorni scorsi al cantiere della nuova palestra scolastica di Pantano. Posizionato a fianco della scuola green (così è stata venduta a più riprese dall’attività di comunicazione del Comune) dell’istituto scolastico intitolato al professor Antonio Brancati.

"Proseguono spediti i lavori – dice Ricci nel corso del suo tradizionale soprattulogo con caschetto di protezione – di realizzazione della palestra che andrà a completare il polo scolastico di via Lamarmora. Un intervento del valore di 3,2 milione di euro – spiega il sindaco – con finanziamenti ministeriali per 2,6 milioni di euro a cui sono stati aggiunti altri 600 mila euro con un mutuo a carico del Comune. Il cantiere verrà completato – aggiunge – entro la fine di maggio 2024. Sarà un nuovo impianto sportivo (certificato Coni per le competizioni agonistiche) a servizio della città. Un progetto all’avanguardia dal punto di vista della sostenibilità, che prevede anche la realizzazione di un parcheggio a raso e che affiancherà la scuola più green d’Europa, completando un campus strategico per la città".

Ovviamente il sindaco evita di sottolineare che la palestra non avrà il target Coni per le serie superiori, non avendo una tribuna da 300 posti atta all’omologazione per la serie B di cui c’è una notevole richiesta sportiva in città. Si tratta fondamentalmente di una palestra scolastica e non di più: "È un intervento decisivo sia per le attività scolastiche sia per quelle extrascolastiche del territorio – dice invece con la consueta capacità di confondere le acque il primo cittadino – che conferma sempre più Pesaro quale città dello sport". Se qualcuno ha dei dubbi basterà verificare i posti per il pubblico sulle gradinate. Comunque va detto che si tratterà di una palestra scolatica modernissima, firmata dallo studio "IN.TE.SO." di Rimini con un progetto esecutivo dell’architetto Luca Mamprin. Al lavoro c’è la Conscoop, che ha costruito già la nuova sede dell’istituto Olivieri con una progettazione premiata a livello internazionale. Chissà se anche le due nuove palestre già progettate otterranno lo stesso successo.

Luigi Luminati