Fano, 9 settembre 2018 - Salta la gradinata allo stadio ‘Mancini’, ma l’Alma non rischia di compromettere il prossimo campionato. Dopo la tragedia di Genova, la sicurezza sugli impianti pubblici viene passata sotto la lente d’ingrandimento e a Fano a farne le spese è la gradinata, lato Ancona, dello stadio comunale che presenta situazioni di usura e quindi di pericolo.

Da qui la necessità di intervenire da parte dell’amministrazione comunale che a seguito di verifiche, effettuate in collaborazione con le autorità competenti in materia di sicurezza delle manifestazioni, ha riscontrato la necessità di portare alcune migliorie. «Gli uffici tecnici comunali – recita la nota del Comune –, a partire dallo scorso mese di agosto, hanno proceduto a una serie di sopralluoghi per valutare come procedere su ogni singola problematica. Una prima criticità riguardava la copertura della tribuna centrale. A tale proposito il Comune ha attivato un incarico tecnico e a breve inizieranno i lavori».

«I problemi maggiori – specifica la nota – si sono riscontrati sulla gradinata, lato Ancona, costruita nel 1981 e che oggi contiene, in settori distinti e divisi, la tifoseria locale e quella ospite, quest’ultima con una capienza massima di 800 potenziali tifosi ospiti, per la quale sono stati richiesti interventi di natura strutturale.

Valutata l’urgenza di tale intervento, il Comune, a partire dalla prossima settimana, inizierà le operazioni di sgombero dei depositi comunali situati sotto la gradinata al fine di intervenire poi sulla parte superiore della struttura. In attesa di completare tali interventi saranno messe in atto tutte le procedure, d’intesa con le autorità competenti, per cercare di dotare lo stadio di nuove tribune prefabriccate modulari metalliche, come esistono in altri stadi. È intenzione del Comune, infatti, evitare agli spettatori e in particolare ai tifosi del Fano Calcio, qualsiasi tipo di disagio in vista dell’imminente inizio del campionato di Lega Pro, studiando le soluzioni più soddisfacenti sempre in collaborazione con le autorità competenti.

Per il settore ospiti – conclude la nota – la capienza verrà ridotta a 500 unità che rappresenta il minimo consentito dalla Lega Calcio. L’amministrazione comunale terrà costantemente aggiornata la città e la tifoseria del Fano Calcio in merito al procedere degli interventi di messa in sicurezza dello stadio ‘Mancini’». É probabile che temporaneamente i tifosi ospiti verranno collocati dietro la porta lato mare, mentre i fanesi nella gradinata di fianco alla tribuna coperta.