Andrea Cagnoli, gestore degli hotel International e Giovanna Regina di Gabicce
Andrea Cagnoli, gestore degli hotel International e Giovanna Regina di Gabicce

Gabicce (Pesaro), 24 giugno 2021 - "Dal 3 al 25 luglio ho l’hotel al completo di prenotazioni, ma non trovo la donna che mi pulisce le camere. E’ il paradosso di questa stagione 2021". Incredibile, ma vero. Le richieste, per luglio ed agosto, negli alberghi di Gabicce Mare, fioccano. Il turismo ha ripreso la corsa ed è tornata la voglia di andare in vacanza. Ma gli albergatori fanno ancora fatica a reperire personale e questo, inevitabilmente, va a discapito anche dei clienti. E’ il caso – uno dei tanti – di Andrea Cagnoli, gestore dell’hotel International e dell’hotel Giovanna Regina di Gabicce, che sta ancora cercando 5 figure per tutti i reparti: "Mi servono in cucina, al ristorante e per la pulizia delle camere, ma quest’anno non si presenta nessuno. Il problema è veramente serio", sottolinea Cagnoli.

Cagnoli, quanti dipendenti ha? Qual è la situazione ad oggi?
"Siamo complessivamente in 36, in entrambe le strutture. Ma, del vecchio staff, ho già perso 3 componenti. La questione è disarmante. Ho riscontrato che alcuni dipendenti, che erano nel nostro team da anni, con le sovvenzioni arrivate dallo Stato per via del Covid a maggio e giugno, hanno preferito non lavorare. Ho fatto fatica, addirittura, a convincere il personale che doveva iniziare il 22 maggio, poiché in alcuni casi la sovvenzione statale è maggiore dello stipendio. Una politica che ci si è ritorta contro".
E quindi?
"Quindi sono rimasto scoperto. Ho dovuto assumere personale nuovo, non qualificato, in parte: camerieri, figure per la reception e per la pulizia delle camere. Ma ancora sto cercando 5 figure. Noi albergatori siamo veramente in difficoltà e questo lo dico anche a nome dei miei colleghi. Sa qual è il problema vero?".
Dica.
"Che non si trova più nessuno disposto a fare la stagione, oppure c’è chi mi dice che vuole lavorare in nero, ma qui queste politiche non esistono. Ho notato, invece, che ci sono molti minorenni disposti a lavorare, ma anche qui si è posta un’altra questione".
Quale?
"Noi potremmo assumerli perché il nostro piano di auto-controllo lo prevede, ma nel contratto del minore c’è scritto che essi non possono lavorare il sabato e la domenica, oppure la domenica e il lunedì. Se lo facessero, andremmo contro la legge. Questa è una politica sbagliata, perché per noi sono i giorni di maggior lavoro e quindi, se poi dobbiamo rimanere scoperti, non ci conviene nemmeno assumerli".
Eppure le strutture ricettive di Gabicce sarebbero pronte ad accogliere i turisti. La voglia di vacanza c’è…
"Certo. Noi albergatori abbiamo anche fondato un’associazione e c’è sempre stata molta collaborazione. Siamo più di 100 esercenti e ci diamo spesso una mano, anche rispetto alle figure che possiamo fare avanti per i nostri colleghi. L’obiettivo è comune per tutti: i turisti ci sono e non possiamo farci trovare impreparati. Perché, altrimenti, torniamo ad essere considerati disorganizzati, quando invece abbiamo investito diversi soldi per riqualificare le nostre strutture. Io, ad esempio, ho investito di tasca mia 200mila euro per gli hotel che gestisc o".
E le prenotazioni?
"Dal 3 al 10 luglio, ne abbiamo addirittura in sovrabbondanza. Le richieste sono tante e anche ad agosto si prospetta tanto lavoro, come lo scorso anno. Ci sarà molto affluenza e saremo pieni per entrambi i mesi. Gabicce Mare è fiorente. Il profumo di vacanza lo si respira già".










Offerte di lavoro a Rimini, pizzaioli e camerieri cercansi