Stefano Pinto è morto durante una riunione di lavoro (foto Lp)
Stefano Pinto è morto durante una riunione di lavoro (foto Lp)

Pesaro, 16 marzo 2019 - E' morto improvvisamente durante una riunione di lavoro. Accasciandosi sul tavolo. Stefano Pinto, 46 anni, pesarese, direttore degli eventi di un resort in provincia di Macerata è stato colpito ieri da infarto fulminante

Si trovava a Castelraimondo, dove lavorava da anni al relais ‘Borgo Lanciano’. Malgrado l’immediatezza dei soccorsi, il suo cuore si è fermato per sempre in pochi attimi ed è stato inutile ogni tentativo di rianimazione. Pinto era molto conosciuto. Suo padre Renato, rinomato chef, maestro di karate, deceduto nel settembre del 2011, gli aveva lasciato un castello e ristorante di charme come Villa Serena lungo strada San Nicola.

false

Ma quel ‘castello’ era stato chiuso e messo in vendita poco dopo la morte del papà. Poi Stefano aveva tentato altre strade commerciali, come un negozio di abiti di sposa Ore liete in via San Francesco, subito dopo ha gestito il bar a palazzo Gradari, in seguito aprì un’agenzia di wedding planning, ossia tutto quello che serve per un matrimonio. Poi decise di mettere al servizio di un relais a quattro stelle la sua esperienza diventando direttore artistico degli eventi, in particolare dei matrimoni in una struttura di grande prestigio a ridosso dei monti Sibillini.

Era stata una scelta di vita quella di trasferirsi per lavoro a Castelraimondo ma ogni tanto Stefano tornava a Pesaro dove aveva tanti amici. L’ultimo grande allestimento matrimoniale organizzato da Stefano è stato quello dedicato a Daniel Hackett e alla sua sposa nel luglio 2018 (FOTO), con un ricevimento curato nei minimi particolari. Tra i suoi migliori amici c’era il consigliere Giovanni Dallasta: «Sono sconvolto. Ho visto Stefano di recente. Stava benissimo. Lo sentivo anche molto soddisfatto del lavoro che faceva, amava il suo ambiente. Quando ho avuto la notizia della sua morte improvvisa non volevo crederci. Ho parlato con dei familiari. Anche loro hanno saputo che era al lavoro ed ha avuto un improvviso malore. Sono addolorato». Su Facebook tantissimi pesaresi hanno commentato angosciati la morte di Stefano Pinto, ricordandolo come una persona generosa.

HACKETTGC_32408605_185331

Al relais Borgo Lanciano lo ricordano con le lacrime amici e colleghi di lavoro: «Un vulcano di energia, sempre pieno di idee che puntualmente realizzava con grande successo, l’ultima soltanto tre giorni fa».

Dopo un assiduo lavoro era riuscito a far incontrare, proprio a Castelraimondo, i professionisti del mondo ‘wedding’ di tutta Italia, per il primo di quello che sarebbe dovuto diventare un grande networking di collaborazione e scambio. «Una grande perdita – ha ricordato il sindaco di Castelraimondo, Renzo Marinelli – troppo presto per andarsene, siamo increduli. Stefano ci mancherà tantissimo». Recentemente Pinto era stato inserito da Sposi Magazine tra i 9 migliori wedding planner d’Italia. La camera ardente è stata allestita all’obitorio di San Severino. I funerali si terranno lunedì nella chiesa di Cristo Risorto, a Muraglia alle ore 10.