Quotidiano Nazionale logo
11 mag 2022

Stop antenne, si costituisce un altro comitato

Dopo quello di Soria, è la volta di Montegranaro-Muraglia. Oggi a Palazzo Montani Antaldi un convegno sulla tecnologia 5G

La protesta del quartiere di MOntegranaro Muraglia dove dovrebbe sorgere una maxiantenna di telefonia
La protesta del quartiere di MOntegranaro Muraglia dove dovrebbe sorgere una maxiantenna di telefonia
La protesta del quartiere di MOntegranaro Muraglia dove dovrebbe sorgere una maxiantenna di telefonia

La vicenda riguardante l’installazione delle antenne per la telefonia 5G e cioè quelle di ultima generazione, non sembra prendere la strada di una tregua, anche per gli scontri che si stanno susseguendo tra i rappresentanti della associazioni ambientalistiche e i tecnici del comune. Proprio nella giornata di ieri, dopo quello che si era costituito nel quartiere di Soria, si è formnato un secondo comitato e cioè quello di Montegranaro-Muraglia. Un protesta che è scesa in strada – l’antenna di oltre 30 metri è nel mezzo di una serie di palazzi – e che alla fine ha portato alla raccolta di più di mille firme.

Ieri mattina l’atto costitutivo del comitato di Montegranaro-Muraglia è stato firmato nello studio Terenzi. Alla presidenza del gruppo di ‘resistenza’ all’antenna è stato eletto Giancarlo Minerva, vicepresidente Renato Zampetti, mentre i tre consiglieri sono Franco Stramazzotti, Roberto Cacinu e Paolo Gattini. Il comitato è stato denominato "Benessere a Montegranaro-Muraglia" e andrà a dar man forte alla presidente di Circoscrizione Sabina Alessandrelli. Così come quello di Soria sta affiancando il lavoro di Stefano Poderi.

Una situazione non facile quella del posizionamento delle antenne 5G perché dopo le aperture iniziali che sembravano poter ipotizzare soluzioni alternative rispetto ai luoghi indicati in un primo momento, nessuno ha più avuto risposte dall’amministrazione. Per cui è difficile prevedere come andrà a sfociare questo muro contro muro tra cittadini e amministrazione comunale.

In attesa di evoluzioni è comunque previsto per domani a palazzo Montani Antaldi, con inizio alle 18, un convegno organizzato da Legambiente, Italia Nostra e Wwf. Dopo una introduzione di Federica Tesini presidente di Italia Nostra, sono stati chiamati a parlare due relatori: Fausto Bersani professore di fisica e consulente della Federconsumatori di Rimini e Ruggero Ridolfi, medico oncologo-endocrinologo coordinatore dell’Isde di Forlì-Cesena. A moderare la serata la serata sarà Rosalia Cipolletta Fabbri presidente del circolo Legambiente ‘Il ragusello’ di Pesaro. Non sono previsti né interventi e nemmeno la partecipazione di esponenti dell’amministrazione comunale. Anche perché il clima tra le due parti sta diventando sempre più elettrico.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?