Quotidiano Nazionale logo
23 apr 2022

Studenti protagonisti sul palco con il grande concerto di Pasqua

Riprendono gli appuntamenti. Un programma dedicato . a musiche del barocco . italiano e tedesco

La ex chiesa della Maddalena dove si svolge il concerto
La ex chiesa della Maddalena dove si svolge il concerto
La ex chiesa della Maddalena dove si svolge il concerto

Riprendono con il Concerto di Pasqua i tradizionali appuntamenti coincidenti con le ricorrenze festive più importanti, affidati all’ensemble vocale e strumentale C.RO.M.A. (Conservatorio Rossini Musica Antica). Il Concerto (chiesa della Maddalena, oggi, ore 18.30, ingresso gratuito) vedrà protagonisti gli studenti dei corsi di Musica Antica, supportati dal professor Gianni La Marca sul palco e dal gruppo dei docenti dietro le quinte (Miranda Aureli, Enrico Onofri, Susanna Piolanti, Anna Simboli), impegnati in un programma dedicato a musiche del barocco italiano e tedesco. In apertura la Tafelmusik per archi e basso continuo di Johann Fischer Ausburgensis, espressione di un genere musicale destinato all’intrattenimento nel corso di feste e banchetti.

La leggerezza del componimento contrasta con l’atmosfera della Salve Regina di Giovanni Battista Pergolesi per soprano, archi e basso continuo. Anastasiia Petrova intonerà le pagine composte da Pergolesi negli ultimi mesi della sua vita; il compositore nel 1736 si era ritirato in un convento di Cappuccini a Pozzuoli per dedicare le sue ultime energie creative a due brani in onore della Vergine Maria – Salve Regina e Stabat Mater – che diventarono immediatamente popolari ed emblematici della scrittura sacra di Pergolesi. I due ultimi brani in programma sono di Johann Sebastian Bach. Paola Budano eseguirà le pagine affidate al cembalo nel Concerto in re maggiore per cembalo concertato, due violini e basso. Hye Min Back (soprano) e Simone Amelli (tromba) saranno i solisti della cantata "Jauchzet Gott in allen Landen" ("Lodate il Signore in ogni terra"). Dopo passaggi particolarmente virtuosistici, soprano e tromba si alterneranno nel fugato dell’Alleluia finale della cantata di Bach in un clima gioioso che esprime il significato originario e simbolico della Pasqua: passaggio, rinascita spirituale. Biglietto da ritirare al box accoglienza del Conservatorio Rossini da giovedì 21 aprile (ore 8-20). Info www.conservatoriorossini.it

ma.ri.to.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?