Terre Roveresche, la minoranza:: "Altro spreco di soldi pubblici"

Il riferimento è ai lavori da 500mila euro alla scuola di Piagge

"Altro spreco di denaro pubblico da parte dell’amministrazione comunale di Terre Roveresche". E’ l’accusa rivolta dalla minoranza consigliare del Gruppo Condividiamo, composta da Sauro Marcucci, Cinzia Malvoni, Giacomo Pucci e Matteo Zenobi. "Gli importi in questione – spiegano – riguardano fondi per oltre 500mila euro che aveva ottenuto l’ex sindaco di Piagge Maurizio Cionna per l’adeguamento sismico della scuola elementare. Questi fondi erano stati inizialmente concessi dal Ministero dell’istruzione con l’obiettivo di garantire la sicurezza sismica della scuola. Tuttavia, invece di perseguire tale scopo, l’Amministrazione ha deciso di non procedere con i lavori, restituendo i 500.000 euro ed ora dovendo dichiarare ulteriori debiti fuori bilancio per coprire le spese sostenute inutilmente. Tali debiti fuori bilancio montanti a circa 27.600 euro, sono stati pagati per 3.300 euro all’impresa per i costi di avvio lavori e il loro abbandono, e allo Studio di progettazione che ha ricevuto 24.300 euro per la progettazione esecutiva che ovviamente andrà rifatta qualora quel fabbricato dovesse essere utilizzato per altri usi. Questo spreco di denaro pubblico è inaccettabile. I cittadini di Terre Roveresche sono

costretti a vedere ancora una volta i loro soldi sprecati. In sintesi, i cittadini di Terre Roveresche sono costretti a pagare per progetti abbandonati, mentre l’Amministrazione Comunale sembra ignorare le sue responsabilità nell’uso prudente delle risorse pubbliche".