Quotidiano Nazionale logo
12 mag 2022

Uno studente su 5 ritiene giusto imbrattare i muri con lo spray

Nel mese di aprile la classe 3ªD ha proposto agli alunni delle altre classi della scuola secondaria di primo grado Marco Polo un sondaggio sulla legalità. Il sondaggio chiede come si comporterebbero davanti a situazioni che riguardano la legalità.

Tra questi ci sono aspetti molto interessanti, che abbiamo analizzato grazie ai grafici “a torta” prodotti con le percentuali. Tutti abbiamo notato che il significato di legalità è un po’ vago: potendo scegliere tra più voci, il 50% degli studenti ha risposto che è il rispetto delle regole perché è il miglior metodo per convivere, ma la restante percentuale si divide in altre risposte come il 12% che ritiene che sia il rispetto delle regole solo quando si ritengono giuste. Alla domanda su quali parole noi ragazzi associamo al concetto di legalità, il podio va a termini importanti come onestà, uguaglianza e giustizia. Abbiamo anche visto però che quasi il 20% degli alunni ritengono alcune azioni giuste come imbrattare i muri con lo spray o fare tatuaggi a minorenni.

Questo si può spiegare con il fatto che alcuni sentono le regole come un obbligo, un’imposizione. È importante che il 70% dei nostri compagni dice che se vedessero un compagno di scuola vittima di bullismo andrebbero a denunciare il fatto ai docenti.

Gli studenti pensano che un ragazzo compia un’azione illegale perché lo fa per divertirsi, per la sua stupidità o maleducazione e per sentirsi qualcuno.

Al posto di letture su temi specifici la maggior parte degli “intervistati” ritengono più adatti ad approfondire la legalità, discorsi in classe, poter partecipare a incontri con persone che raccontano la

loro esperienza.

Molta importanza è stata riconosciuta anche all’esempio delle persone vicine. Siamo stati davvero contenti di fare questo lavoro, ci è piaciuto analizzare i dati delle risposte alle domande: questo questionario è stato utile per riuscire a capire cosa pensano gli alunni della nostra scuola. Infine, discutendo in classe, abbiamo capito che su questa tematica sono importanti

i modelli con cui cresciamo

e la possibilità di conoscere

e confrontarci con gli adulti.

Classe 3ª D

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?