Marcello Lani in uno scatto di Dennis Chamberlin
Marcello Lani in uno scatto di Dennis Chamberlin

Urbino, 19 gennaio 2019 – Ieri sera è morto nella sua abitazione a Urbino l’incisore Marcello Lani. Aveva 80 anni. Poco prima di cena lavorava a un acquerello; è stato colto da un malore improvviso poco dopo, mentre cenava con la moglie. Lascia la moglie Maria Clara, i figli Giovanni, Valeria e Maria Valentina.

Considerato uno degli ultimi incisori della vecchia Scuola d’Urbino, si era diplomato alla “Scuola per l’illustrazione e decorazione del Libro” ed era tra gli allievi prediletti  di Francesco Carnevali e Leonardo Castellani, vicino a Renato Bruscaglia e cresciuto – come orfano di guerra – in collegio a Urbino assieme al pittore Franco Fiorucci.

Per trentasei anni ha ricoperto - su spinta di Castellani e Carnevali che in lui vedevano un erede nella forma e nel rigore - la cattedra di discipline pittoriche della scuola che l'ha formato, mantenendo viva la tradizione dell'arte grafica urbinate non solo nella produzione artistica personale, ma anche nell'insegnamento: generazioni di autori si sono formati dietro la sua guida.

Urbino, acquerello di Marcello Lani

In oltre cinquant'anni di ininterrotta attività ha prodotto oltre un migliaio di calcografie, sviluppando la singolare tecnica del monotipo, già nota nell'Ottocento agli impressionisti francesi, che consente di ottenere esemplari delle incisioni sempre diversi dopo aver dipinto a olio la lastra e procedendo con una seconda stampa sul bianco e nero, ottenuta dalla stessa matrice. Le sue tirature sono sempre state di pochissime copie “cosa necessaria per non diventare ripetitivi”, soleva dire.

Negli ultimi anni aveva iniziato una intensa produzione di acquerelli. Nella sua lunghissima attività ha tenuto mostre in tutta Europa, curato edizioni d'arte con le proprie opere e ha fatto parte della giuria in numerosi concorsi d'arte. Non ha mai abbandonato la città natale e per decenni ha dedicato tempo e impegno alla vita culturale dell'Accademia Raffaello di Urbino di cui era membro.

Calcografia di Marcello Lani, "La bella aragosta", 1968

Le finestre del suo studio in centro – l’ultimo di un incisore urbinate dentro le mura della città – sono ora chiuse.

Il funerale si terrà domani (domenica 20 gennaio) alle 14,45 alla chiesa dell'Annunziata.