Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
1 giu 2022

Urbino Servizi ha raddoppiato i ricavi

Bilancio nettamente migliore rispetto al precedente, anche per la riduzione delle perdite. In consiglio la relazione di Giulia Volponi

1 giu 2022
Giulia Volponi, presidente di Urbino Servizi
Giulia Volponi, presidente di Urbino Servizi
Giulia Volponi, presidente di Urbino Servizi
Giulia Volponi, presidente di Urbino Servizi
Giulia Volponi, presidente di Urbino Servizi
Giulia Volponi, presidente di Urbino Servizi

Urbino Servizi riduce le perdite e raddoppia i ricavi, ma serve cautela. Dopo l’annus horribilis del 2020, in cui diverse entrate erano state quasi azzerate a causa del covid, in primavera e inverno, nel 2021 c’è stata una ripresa per la partecipata, che lunedì ha presentato in Consiglio comunale il bilancio d’esercizio. Nonostante il miglioramento, i conti risentono ancora dell’emergenza sanitaria, come spiega la presidente Giulia Volponi: "I primi mesi dell’anno scorso sono stati completamente coinvolti nella pandemia. Anche se il 2021 è andato meglio, porta comunque i segni dell’emergenza covid. A livello di numeri, si apprezza un valore positivo di fatturato, per ricavi e vendite delle prestazioni, che passa da 2 milioni a 3,99 milioni di euro, nonostante risulti ancora una perdita, seppur più contenuta, che è di 62mila euro, rispetto ai 222mila del 2020. Si sente il miglioramento dell’estate, che ha portato i parcheggi, nostra fonte principale di entrate, a riempirsi di nuovo". Volponi ha poi sottolineato come il 2021 sia stato un anno in cui Urbino Servizi "è andata a regime, perché in quello precedente io ero diventata presidente solo a settembre. Da gennaio abbiamo avuto il direttore Gabriele Guidi e un Consiglio di amministrazione compatto e solido che hanno permesso di portare avanti le scelte aziendali e di condurre la rinegoziazione dei mutui presentata nel 2021: è stata una trattativa difficile e avremmo voluto ridurre ancora di più i tassi d’interesse, ma intanto abbiamo ottenuto una diminuzione di 90mila euro l’anno. Inoltre, abbiamo ricevuto un contributo a fondo perequativo dallo Stato, non concesso nel 2020. Certo, ci sono dei costi fissi che non si possono abbattere, ma, dove possibile, abbiamo cercato di ridurli. Infine, nel 2021 abbiamo reso più competitiva la farmacia comunale". Secondo il sindaco, Maurizio Gambini, i dati fotografano "una situazione positiva, anche se abbiamo ancora ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?