Studenti all’università di Urbino, ora distanziati e con la mascherina per svolgere alcuni test previsti per gli esami
Studenti all’università di Urbino, ora distanziati e con la mascherina per svolgere alcuni test previsti per gli esami

"Urbino non vuole che l’Università vada a Pesaro in alcun modo", il geometra Giuseppe Vagnerini ha inviato una lettera al sindaco Gambini, al presidente della Provincia e al presidente della Regione, al presidente del Rotary Club per ribadire che la città è preoccupata di fronte all’idea che si possa aprire un corso dell’Università di Urbino a Pesaro, "città della musica e balneare", già "oberata di attività".

La possibilità che si apra un corso congiunto con l’Università di Ancona è già stata tassativamente archiviata dal Rettore Stocchi, vista la mancanza di docenti da mettere a disposizione e soprattutto di qualsiasi atto presentato ufficialmente con questa finalità. Ma Vagnerini pone l’attenzione sul fatto che politici e non sono miopi di fronte allo squilibrio sociale che creano "concentrando tutto sulla costa, portando alla desertificazione del territorio collinare, creando un vuoto a monte che sarà deleterio anche per la costa". Urbino ha subìto continue spoliazioni nei secoli e l’Università, attualmente, rappresenta il perno dell’economia cittadina: "E’ ora che la nostra popolazione si avvii alla raccolta delle firme per passare ad altra Regione, l’Umbria magari, per non essere la periferia di Rimini", conclude il suo appello.

l. o.© RIPRODUZIONE RISERVATA