Vuelle, il dado degli italiani è tratto Liberato Moretti, ma Toté resta

La società riparte così da un poker di giocatori confermati che saranno lo zoccolo duro della squadra

Vuelle, il dado degli italiani è tratto  Liberato Moretti, ma Toté resta

Vuelle, il dado degli italiani è tratto Liberato Moretti, ma Toté resta

La Vuelle ha mantenuto sugli italiani la linea ipotizzata già da qualche settimana: ieri ha esercitato ufficialmente la clausola di uscita dal contratto di Moretti, che quindi da oggi è libero sul mercato. Mentre ha confermato Totè, che farà parte del roster biancorosso anche il prossimo campionato. Coach Buscaglia ha parlato con entrambi i giocatori spiegandogli le motivazioni che hanno portato a questa decisione. In realtà la società ha ufficializzato questo divorzio solo alle 21: “La Carpegna Prosciutto Basket Pesaro comunica di aver esercitato in data odierna la clausola di uscita dal contratto precedentemente sottoscritto con Davide Moretti. La Società ringrazia Davide per il grande impegno profuso e l’attaccamento alla maglia biancorossa dimostrato nel corso delle ultime due stagioni e gli augura le migliori fortune”. Così via twitter il primo ad annunciarlo è stato Misko Ražnatović, agente del giocatore e proprietario dell’agenzia Beo Basket. Un agente che segue professionalmente Nicola Jokic. La Beo Basket punterebbe per Davide ad un ingaggio all’estero.

Si chiude dopo due stagioni, perciò, la scommessa di ’Moro’ al timone della Vuelle. Non si può dire che sia andata male, anzi: per due anni di fila la squadra si è qualificata ai playoff e Davide ha disputato alcune partite straordinarie in attacco. Ma sono evidenti anche i limiti che il ragazzo paga fisicamente. Probabilmente è stato ritenuto che rinunciare ancora ad un americano e nella fattispecie ad un play, fosse un azzardo troppo grande per il nuovo corso di Buscaglia e certamente tenerlo come cambio - con l’ingaggio a crescere che il suo contratto ’chiamava’ quest’anno - era insostenibile. Ergo, l’unica strada percorribile era quella di separarsi. Per lui adesso potrebbero aprirsi le porte di Reggio Emilia. La Vuelle invece non prenderà un cambio del play perché ha già Tambone e Visconti da valorizzare maggiormente.

Rimane invece al suo posto Leonardo Totè: il chiarimento con il nuovo coach è andato a buon fine e il pivot è felice di proseguire la sua esperienza pesarese, un posto dove si è sempre trovato a suo agio, sia nell’anno interrotto dal Covid, dov’era stato sicuramente il migliore, sia in questo ritorno in biancorosso dove ha finito la stagione in crescendo. Sia atleticamente che tecnicamente Leo è un lungo come ce ne sono pochi in Italia, dovrà lavorare forte sulla tenuta della sua concentrazione per diventare più costante, ma l’età gioca a suo favore: compirà 26 anni il prossimo 8 luglio, quindi sta per entrare nella fase maturità tecnica. Insieme a Tambone, Visconti e Mazzola, Totè completa un poker importante.

Elisabetta Ferri