Vuelle, il gran giorno del nuovo allenatore Buscaglia pronto a vestire il biancorosso

Il coach sarà presentato domani alle 18 all’Hotel Flaminio. Il ds Stefano Cioppi: "E’ carico ed entusiasta per questa nuova avventura"

Vuelle, il gran giorno del nuovo allenatore  Buscaglia pronto a vestire il biancorosso

Vuelle, il gran giorno del nuovo allenatore Buscaglia pronto a vestire il biancorosso

Oggi il nuovo condottiero della Carpegna Prosciutto sbarca in città e domani sarà presentato ufficialmente all’Hotel Flaminio alle ore 18, con la possibilità di dargli il benvenuto anche da parte dei tifosi. Maurizio Buscaglia è stato vicino a Pesaro in un paio di occasioni negli anni passati, ma la trattativa non si era mai concretizzata; questa volta invece è andata in porto con un contratto biennale garantito ed un’opzione per il terzo: dopo aver tentato con Repesa, che però si è sempre separato dopo una sola stagione, la società ci riprova ad avere continuità tecnica con lo stesso allenatore.

"Sono molto felice della nostra scelta arrivata dopo aver esaminati alcuni profili – afferma il diesse Stefano Cioppi -. Conosco Maurizio da sempre, fra noi ci sono sempre state reciproca stima e rispetto, in questi giorni siamo stati parecchio tempo al telefono e l’approccio è stato davvero molto stimolante perché il coach è carico a molla per quest’avventura; in più ha una competenza ed una conoscenza profonda dei giocatori, non solo di quelli più noti, ma anche di quelli nascosti. Imparerete a conoscere il suo spessore umano, può sembrare un tipo riservato ma vi mostrerà anche il suo lato entusiasta".

Sarà una settimana molto importante, perché lo staff è chiamato a decidere sulle due situazioni italiane di cui si dibatte da giorni, ovvero quelle di Moretti e Totè. Davide aveva una clausola in scadenza il 25 giugno ma non è uscito dal contratto, perciò se la Vuelle non lo contempla più nei suoi piani dovrà esercitare la clausola a suo favore che scade il 30 giugno, altrimenti il ragazzo resterà all’interno del roster. Sembra prevalere la volontà di avere un play americano più fisicato, come nello stile di Buscaglia, ma una piccola percentuale di tenerlo forse esiste ancora, a patto di trovare un play-guardia Usa che possa permettere di scambiarsi i ruoli ed affrontare di nuovo il campionato con uno straniero in meno. Ma è una soluzione che non sembra avere molte chances. Più probabile che il quartetto di esterni sia formato da due stranieri, Tambone ed un giovane perché con una sola partita la settimana è impensabile tenere sia ’Moro’ che ’Tambo’ con due americani: uno dei quattro sarebbe sempre scontento, oltre che l’ingaggio di Moretti per il 202324 è alto ed anche questa è una discriminante sulla quale si sta ragionando. Bisognerà chiarirsi su questi punti e poi fare la scelta. Per quel che riguarda Totè le chances sono più alte, nonostante i problemi sorti a Napoli con l’attuale coach biancorosso: la Vuelle tiene molto a Leo, che aveva manifestato il desiderio di rimanere e Buscaglia è aperto a questa possibilità. Per cui a breve sapremo se oltre a Tambone, Visconti e Mazzola rimarranno anche uno o due degli altri italiani.

Le notizie su Mazzola sono incoraggianti: Valerio sta rispettando i tempi e sarà disponibile per il ritiro estivo, poi gli servirà un po’ di tempo per ritrovare i ritmi e superare le paure che sempre ci sono dopo un infortunio grave, ma a livello fisico e caratteriale il lungo ferrarese è una ‘bestia’ e questo dovrebbe agevolarlo. Infine andrà valutata anche la situazione di Delfino, che sembrerebbe orientato a proseguire ancora.

Elisabetta Ferri