Klaus Davi presenta ricerca sul turismo ebraico nelle Marche

Appuntamento martedì 21 maggio, a Pesaro, nell’ambito degli eventi di ‘Pesaro Capitale’: parteciperanno all’incontro anche Marco Ascoli Marchetti e Giulio Disegni

Klaus Davi sarà presente agli eventi di Pesaro Cultura per presentare un report sul turismo ebraico nelle Marche

Klaus Davi sarà presente agli eventi di Pesaro Cultura per presentare un report sul turismo ebraico nelle Marche

Pesaro, 20 maggio 2024 – Culla di antichissime comunità israelitiche, la regione Marche non è conosciutissima al grande pubblico per la sua millenaria tradizione ebraica. Ma le potenzialità attrattive sono enormi anche perché notoriamente - secondo numerosi studi - numerosissime famiglie di origine ebraica hanno ereditato dai comuni di provenienza situati proprio in questa regione i propri cognomi. Tutti ben presenti e identificabili nella storia ebraica italiana: da Cingoli a Jesi, da Ancona a Osimo, da Ascoli a Pesaro fino al celeberrimo Della Pergola, sono decine i ‘brand’ (si direbbe oggi) ereditati da paesi e città da parte di nuclei familiari di ebrei che vissero nella regione del centro Italia per molte generazioni.

Martedi 21 maggio, incontro a Palazzo Gradari di Pesaro (pochi metri distante da piazza del Popolo), alle 18.30: oltre a Klaus Davi, giornalista e comunicatore di impresa, parteciperanno anche Marco Ascoli Marchetti, presidente della Comunità ebraica di Ancona, nonché l’avvocato Giulio Disegni, vice presidente dell’Unione delle Comunità ebraiche italiane.

In quell’occasione Klaus Davi presenterà alcuni dati sulle Marche come meta di comunicazione turistiche di interesse per le comunità ebraiche in Italia e nel mondo, con un occhio particolare nei riguardi dei cittadini dello stato di Israele, diversi dei quali portano ancora oggi cognomi di chiara origine marchigiana, primi fra tutti la celeberrima famiglia Recanati di Tel Aviv.