Pesaro 29 settembre 2016 - Tutti pazzi per i mosaici del Duomo. La quattro visite straordinarie organizzate dal Fai ai litostroti della cattedrale stanno riscuotendo un incredibile successo, tanto che si è già registrato il tutto esaurito, con liste di prenotazione già chiuse. Un esordio entusiasmante che solo domenica ha visto oltre 100 persone presentarsi al banchetto del Fondo per l’Ambiente italiano allestito sul sagrato della Cattedrale, per farsi condurre alla scoperta dei tappeti musivi. Un tesoro che nella sua interezza, rappresenta secondo gli esperti “una sintesi preziosissima, forse unica, di espressioni figurative che raccontano la nostra storia religiosa e sociale dal IV al XIII secolo”. I pesaresi questo lo hanno capito, e anche chi li aveva già visti non ha perso l’occasione per apprezzarli da vicino e scendere sotto terra accompagnato da una loquace guida della Diocesi.

La visita è stata particolarmente apprezzata, perché il Fai ha organizzato gruppi a numero chiuso di massimo 20 persone, per un giro “panoramico” di oltre 40 minuti, in cui sono stati spiegati i significati delle immagini allegoriche riprodotte nei litostroti, le origini dell’antica basilica, le tracce dell’attigua domus e le contaminazioni subite nei secoli. Interessantissimo il passaggio nella parte degli scavi sotto il sagrato, dove oltre a splendidi mosaici con motivi ad embricazione (pelle di serpente), sono state rinvenute anche un’inumazione medievale matrimoniale con tanto di scheletri, capitelli di lesena, antiche soglie con gradoni attigui al decumano cittadino, tutto frutto del restauro del 2004.

“Non si può che elogiare questa iniziativa meravigliosa del Fai – afferma Salvatore Siena – che con i suoi volontari rende possibile valorizzare tesori nascosti della città senza neanche chiedere un biglietto”. “Conoscevo i mosaici – gli fa eco Manuela Petrocelli – ma ammirarli da vicino, con tanto di spiegazione, è sempre emozionante. Inoltre la parte degli scavi sotto il sagrato non l’avevo mai vista”. “La città ha apprezzato tantissimo – commenta raggiante Fiammetta Malpassi, capo delegazione del Fai di Pesaro Urbino – in molti ci ringraziano per l’opportunità e per aver riportato l’attenzione sulla valorizzazione dei mosaici. L’appuntamento che però attendiamo con maggior entusiasmo è il convegno di martedì 4 ottobre al Teatro Sperimentale. Vista la presenza di ospiti di grande levatura, speriamo potranno emergere soluzioni interessanti”. Le prossime visite guidate saranno mercoledì 28, venerdì 30 e lunedì 3 ottobre (dalle 15,30 alle 17,30). Martedì 4 ottobre, invece, al Teatro Sperimentale (ore 15,30) la grande tavola rotonda che vedrà come protagonisti Andrea Carandini, presidente Fai nonché insigne archeologo e studioso, Daniele Manacorda (Università degli Studi Roma Tre), Giuliano Volpe (presidente del Consiglio superiore per i Beni culturali e paesaggistici del Mibact) e Pierluigi Dall’Aglio (Università di Bologna). Dopo i saluti e le relazioni è previsto un tempo per gli interventi del pubblico, da prenotare rigorosamente in anticipo.