Urbino, 22 giugno 2018 – Si apre oggi la mostra “Il Montefeltro e l'Oriente islamico. Urbino 1430-1550. Il Palazzo Ducale tra Occidente e Oriente”, con tappeti giganteschi, arazzi preziosissimi, oggetti di epoca rinascimentale provenienti da importanti musei italiani ed esteri, che mostrano il rapporto di Federico di Montefeltro e della sua corte con l'Islam.
A presentare la mostra, che resterà aperta nella sala dei Banchetti, nella biblioteca e nel salone del Trono di Palazzo Ducale fino al 30 settembre, il direttore della Galleria nazionale delle Marche Peter Aufreiter, il direttore degli Uffici Eike Schmidt, Alessandro Bruschettini della Fondazione Bruschettini per l'arte islamica e asiatica.

«Un'esposizione come questa non poteva trovare sede migliore perché questo palazzo, che nell'800 era praticamente vuoto, è però rimasto quasi intatto architettonicamente – ha detto Bruschettini –. Nel '400, Oriente e Occidente si sono scontrati terribilmente ma hanno avuti anche molti contatti e gli arredi delle dimore erano contaminati dal gusto orientale. Questo genere di tappeti è quello che Federico aveva sotto i piedi».
L’esposizione di Urbino si apre dopo l'inaugurazione della mostra di Firenze (Galleria degli Uffizi insieme al Museo Nazionale del Bargello) dal titolo “Islam e Firenze. Arte e Collezionismo dai Medici al Novecento”.
di l.o.