Andrea Marinelli (Fotoprint)
Andrea Marinelli (Fotoprint)

Pesaro, 2 giugno 2018 - Una rassicurazione sul futuro della Marinelli Cucine è arrivata ieri dal principale cliente: e cioè dalla famiglia Carosi titolare del gruppo Mondo Convenienza. In una nota si legge: «Il gruppo Mondo Convenienza intrattiene da anni una solida ed efficace partnership con le aziende Marinelli, basata anche sulla profondissima stima reciproca tra i fondatori. In occasione dell’evento drammatico della scomparsa di Andrea, la famiglia Carosi si è recata immediatamente a Pesaro per manifestare il proprio cordoglio e ribadire la propria vicinanza alla famiglia Marinelli.

La scomparsa improvvisa di Andrea è un evento che rattrista profondamente tutti. Mondo Convenienza sta vivendo un momento di lutto per una cara persona e di cordoglio per la sua famiglia. Da anni i tecnici di Mondo Convenienza e delle aziende Marinelli collaborano per il continuo miglioramento della qualità e dei processi, con reciproca soddisfazione; in merito ad alcune ipotesi sollevate, Mondo Convenienza afferma che le due aziende continueranno la propria collaborazione industriale di successo».

Insomma dalla famiglia Carosi, visto che è stata anche a Pesaro, arrivano parole che rassereneranno tutto il personale della Marinelli Cucine che ha, è bene ricordare, 250 dipendenti diretti, oltre agli indiretti.

D'altra parte che il legame fosse forte lo aveva ribadito più volte lo stesso Andrea Marinelli quando rifiutò l’offerta che gli aveva presentato l’Ikea per realizzare un’azienda finalizzata alla sola produzione di cucine per il grande marchio svedese da smerciare nei punti vendita del sud Europa. Mondo Convenienza ora assorbe il 90 per cento della produzione che viene fatta a Pesaro. Su 105 milioni di fatturato del 2017 solamente 15 prendevano la via dell’estero, soprattutto in Francia. Ed altri progetti erano in corso, proprio legati all’espansione dei supermercati di Mondo Convenienza all’estero, tanto che Andrea Marinelli pensava di installare una fabbrica di cucine in Spagna, per seguire il processo di espansione di questo grande gruppo commerciale laziale.