Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
24 mag 2022

Caro bollette, a Pesaro pagheremo di più anche la Tari

Aumenti del 3% per le famiglie, oltre il 10% per le utenze non domestiche. "Il Comune non c’entra". "No, si paga la mancanza di strategia"

24 mag 2022
viviana vitali
Economia
Rifiuti in centro con il porta a porta ‘spinto’: il sistema di raccolta non cambierà nei prossimi mesi, a differenza di quanto annunciato
Rifiuti in centro con il porta a porta ‘spinto’
Rifiuti in centro con il porta a porta ‘spinto’: il sistema di raccolta non cambierà nei prossimi mesi, a differenza di quanto annunciato
Rifiuti in centro con il porta a porta ‘spinto’

Pesaro, 25 maggio 2022 - Immondizia a peso d’oro, nonostante puzzi e non luccichi. Le bollette della tassa sui rifiuti (Tari) dal prossimo anno saliranno del 3% per le utenze domestiche e addirittura del 10%-12% per quelle non domestiche. "Cornuti e mazziati". E’ stato il commento di Giulia Marchionni (Prima c’è Pesaro), presidente della commissione bilancio, ieri, dopo la spiegazione del segretario generale Chianese, riguardo gli aumenti che graveranno nelle tasche dei pesaresi. Queste, già appesantite dai rincari di luce e gas, non saranno agevolate dai contributi che lo Stato ha messo in epoca Covid, per calmierare il carovita.

Approfondisci:

Come risparmiare sui prezzi di spesa, bollette e carburante

"Le tariffe Tari sono imposte dallo Stato, le stiamo subendo – osserva Sergio Castellani, consigliere di maggioranza (Una città in Comune) –. Il Comune non può intervenire. L’unico modo, per incidere sarà agire politicamente a livello di Ata (Autorità territoriale d’ambito) chiamata, per legge, a stabilire gli standard su cui lo Stato stabilisce le tariffe". Il rincaro sarà percepito ancora di più. Nel 2021 il gettito totale delle utenze non domestiche è stato di 8,2 milioni di euro, ma lo Stato ha dato uno sgravio, in contributi emergenza Covid, di 1 milione.

"Gli sgravi non ci saranno più – continua Marchionni –. Ma ad essere grave è che paghiamo anni di mancanza di strategia, di ridotti investimenti e di scelte che avrebbero ammortizzato l’impatto di questo aumento. Come opposizione abbiamo chiesto di rivedere la modalità di raccolta del verde pubblico. Abbiamo chiesto il superamento del porta a porta in centro storico e la creazione di isole ecologiche che sono l’unico metodo per migliorare il decoro urbano. Ma nulla è stato attuato. Per di più, tutto questo, si inserisce in un contesto in cui la raccolta differenziata è invariata da almeno 5 anni (65,48% nel 2015, 66,69% nel 2020), mentre gli utili di MarcheMultiservizi sono in costante aumento (9,1 milioni nel 2015, 12,7 nel 2018, 13,5 nel 2020)".

La lettura del centrodestra è senza appello: "Negli anni il Comune di Pesaro ha privilegiato il dividendo degli utili a fine anno piuttosto che concordare con Marche Multiservizi investimenti strategici per il futuro. Con le tariffe imposte da Arera, nessun politico potrà dire al gestore come investire gli utili. Con questo nuovo metodo di calcolo, sarà più difficile chiedere a MMS investimenti, perché saremo dentro degli standard precisi". "Cornuti e mazziati – ribadisce Michele Redaelli (Fi), presidente della commissione Partecipate – Anche quest’estate avremo i sacchetti dei rifiuti lungo le vie del centro storico durante il passeggio serale. È l’ennesima presa in giro nei confronti dei cittadini che si sarebbero aspettati la modifica del metodo di raccolta con le isole ecologiche come annunciato più volte". I vertici di Marche Multiservizi hanno riferito, in commissione Partecipate, che con ogni probabilità, il materiale ordinato per la realizzazione delle isole ecologiche non arriverà prima dell’autunno. "In questi anni abbiamo visto di tutto. Dagli artisti del Rof in abito da sera passare tra i sacchetti; ai turisti che fanno la foto ai rifiuti, fino ad arrivare all’apice del frastuono con la raccolta del vetro durante il concerto in Piazza del Popolo".

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?