L'associazione Gulliver con il vicesindaco Daniele Vimini
L'associazione Gulliver con il vicesindaco Daniele Vimini

Pesaro, 24 aprile 2016 - Libri dimenticati negli angoli più reconditi della casa, sepolti da polvere e scartoffie o chiusi nei cartoni in soffitta. Da oggi potranno avere una nuova vita, essere rimessi in circolo per raggiungere tanti giovani lettori e le loro famiglie. E’ l’ennesimo progetto promosso dalla vulcanica associazione Gulliver, la stessa che alimenta il sacro fuoco del volontariato per ridare dignità e cuore a molti asili, al verde pubblico e ai vestiti usati. Il presidente, Andrea Boccanera, questa volta ha deciso di arricchire le disponibilità delle biblioteche delle scuole cittadine. Come? Attraverso la donazione di libri di testo usati, che poi ogni studente potrà prendere gratuitamente. Un’iniziativa che il nostro giornale ha sposato volentieri, perché permetterà ai ragazzi di arricchire il proprio bagaglio culturale, scoprire il piacere della lettura ed espandere le conoscenze.

Il "Progetto libri" è stato presentato ieri dal presidente della onlus Andrea Boccanera e dalla coordinatrice Lara Cardinali, insieme a diversi presidi e insegnanti dei 52 plessi scolastici coinvolti. «E’ un progetto nato un anno fa – ha spiegato Boccanera - che coinvolge genitori e cittadini che si mettono in moto per migliorare i servizi delle scuole. Siamo riusciti a coinvolgere quattro Istituti comprensivi (Gaudiano, Pirandello, Tonelli, Olivieri), i licei Mamiani e Mengaroni, e tutte le scuole comunali pesaresi, per un totale di 6.500 famiglie che potranno dare attivamente il loro contributo».

Come funziona. «Invitiamo i genitori di tutti gli alunni a donare libri nuovi o usati in buono stato – ha esortato il presidente di Gulliver –. In ognuno si dovrà attaccare la cartolina che forniamo, con una dedica del proprio ragazzo, e poi si dovrà depositare il tutto negli appositi contenitori presenti nelle scuole. I volontari di Gulliver provvederanno a ritirarli e a consegnarli nella sede operativa della «Bottega del riuso». I libri saranno catalogati sul sito www.progettolibri.tk, dove potranno essere consultabili come in una biblioteca on line e ordinati dalle insegnanti, che li riceveranno a scuola senza alcun costo». «Ogni classe potrà ricevere 5 libri ogni 3 mesi – ha chiarito la coordinatrice Lara Cardinali – ma se ci sono esigenze didattiche particolari, non ci sono problemi ad estendere i termini. Al momento hanno già accettato 9 case editrici, compresa la marchigiana Raffaello, e presto diventeranno 13. Il progetto è subito piaciuto, tanto che ci hanno inviato cartoni pieni di libri utilissimi. Al momento contiamo già 700 titoli, ma con il contributo delle famiglie il numero salirà esponenzialmente».

I testi non destinati al "ProgettoLibri", perché troppo rovinati o di vecchie edizioni, saranno messi in vendita alla Bottega del riuso o donati alle biblioteche del quartiere per «La biblioteca fuori di sé». «E’ un progetto unico – rimarca Boccanera - che metteremo presto a disposizione di tutte le città italiane, grazie alla cessione gratuita del canale e portali web». «Ringraziamo Gulliver e tutti i volontari – ha dichiarato il vicesindaco Daniele Vimini - tutta l’attenzione e l’energia che gira intorno ai libri in questo momento a Pesaro, mette in evidenza un fermento che dà grande forza a tutto il circuito». Ora non resta che donare e soprattutto, leggere.