IMPRENDITORE Lorenzo Ponselè guida il gruppo Acema che è attivo anche nel settore della ristorazione con 100 dipendenti. Tra un mese circa aprirà il nuovo ristorante «American Graffiti» in via Pertini, sull’Interquartieri. Il problema ora è il difficile reclutamento del personale
IMPRENDITORE Lorenzo Ponselè guida il gruppo Acema che è attivo anche nel settore della ristorazione con 100 dipendenti. Tra un mese circa aprirà il nuovo ristorante «American Graffiti» in via Pertini, sull’Interquartieri. Il problema ora è il difficile reclutamento del personale

Pesaro, 19 aprile 2018 - Avete in mente quel nuovo edificio che si vede sull’Interquartieri, a ridosso del ponte dell’autostrada, di fianco al distributore Oil One? Sarà un ristorante. Si chiamerà America Graffiti (un altro così c’è a Montecchio di Vallefoglia). Aprirà tra un mese, oppure più tardi perché c’è un problema. Servono 35 dipendenti, ma per ora ne sono stati assunti solo 15. «Sembra incredibile – dice Lorenzo Ponselè, titolare del nuovo locale – ma non riusciamo a reclutare il personale. Non chiediamo nemmeno esperienza specifica ma sicuramente buona volontà e voglia di mettersi in gioco. Ovviamente cerchiamo giovani perché il locale ha quella caratteristica ma poi li formiamo noi con dei corsi specifici».

Aggiunge Ponselè: «Cerchiamo camerieri, aiuti cuochi, assistenti in cucina, in sala. Spesso vengono a chiedere di lavorare persone che potrebbero andare bene ma non vogliono essere assunte perché hanno l’assegno di disoccupazione e dunque non vorrebbero perderlo prendendo un nuovo lavoro. E tra la scelta di lavorare o di rimanere a spasso mantendendo l’assegno scelgono la seconda».

Pesaro, cercano tutti cuochi e pizzaioli. "Ma io ho 59 anni e nessuno mi vuole"

«Non volevo crederci – continua Ponselè – ma ho visto tanti ragazzi, con esperienza e adatti al mio locale, declinare la possibilità di essere assunti con un contratto regolare, con uno stipendio di oltre 1200 euro, ovviamente in base alle ore e all’impegno, e con l’aspettativa di una crescita in un’azienda che continua ad investire e che in questo momento dà lavoro nella sola ristorazione ad almeno 100 persone. Ci hanno detto di ‘no, meglio stare a casa’. Siamo increduli. C’è qualcosa che non torna. Come ho letto nelle vostre inchieste sul lavoro, dove pizzerie, ristoratori, imprenditori in genere, non riescono a trovare manodopera, anche nel nostro caso è difficile assumere. Vorremmo aprire a maggio, inizio di giugno, ma indiscutibilmente siamo indietro con la selezione del personale. Speriamo di recuperare e di trovare nelle prossime due settimane giovani motivati che vogliano imparare un mestiere con serietà e volontà».

Il ristorante America Graffiti, che avrà nel suo menù circa 130 portate, si sviluppa su una superficie complessiva di 750 mq disposti su 3 piani, di cui uno interrato. La cucina, ci tiene a sottolinearlo il titolare, sarà dotata anche di una linea dedicata alla preparazione di piatti senza glutine. All’esterno sorgeranno un grande parcheggio e un spazio dedicato ai bambini. Per chi volesse trovare un lavoro vero e in regola, può inviare un curriculum ad americagraffitipesaro@gmail.com

ro.da.