Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Pesaro, Ricci annuncia mobilitazione contro stop del Governo ai fondi del bando Periferie

L’appuntamento è per il 1 settembre alle 9.30 al monumento della Resistenza 

Ultimo aggiornamento il 28 agosto 2018 alle 17:42
Il cavalcavia sulla ferrovia (Fotoprint)

Pesaro, 28 agosto 2018 – Una mobilitazione contro lo stop alle risorse del bando delle Periferie. Il sindaco Matteo Ricci ha chiamato a raccolta tutti contro le scelte del Governo di bloccare lo stanziamento di circa 11,2 milioni di euro per la riqualificazione di via dell’Acquedotto e dell’area intorno alla stazione.

L’appuntamento è per il 1 settembre alle 9.30 al monumento della Resistenza. “A prescindere dalle idee e dai colori politici c’è bisogno di tutti i pesaresi - premette Ricci-, in particolare l'appello è ai rappresentanti delle forze economiche e sociali, ai parlamentari e ai consiglieri regionali. A chi ama Pesaro e vuole quello che ci spetta da convenzione già firmata con il Governo: 11,2 milioni di euro per sicurezza, riqualificazione e lotta al degrado".

Le risorse sono state congelate fino al 2020 dopo l'approvazione al Senato, il 6 agosto scorso, dell'emendamento al 'milleproroghe'. Per l'11 settembre è invece atteso il voto decisivo alla Camera. “Pesaro – continua Ricci - viene prima dei partiti, dei Governi e dei Parlamenti che passano, mentre la città resta e dobbiamo pensare in primis al suo bene. L'obiettivo è convincere Governo e Parlamento a rivedere le cose, in vista del voto decisivo alla Camera previsto l'11 settembre. Per questo, sabato sarà giornata di mobilitazione in tutte le città marchigiane interessate, per un totale di 70 milioni di euro di investimenti bloccati. E la prossima settimana di tutte le città italiane coinvolte a Roma".

Complessivamente 1,6 miliardi di euro per 96 progetti in altrettante città italiane. "I patti e le convenzioni già firmate- conclude Ricci- si rispettano e lo ribadiremo".

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.