Felipe Tonidandel alza il trofeo, il resto della squadra esulta attorno al capitano
Felipe Tonidandel alza il trofeo, il resto della squadra esulta attorno al capitano

Pesaro, 14 settembre - Una brillante Italservice ci mette due minuti a far capire all'Acqua & Sapone che non è aria: i biancorossi non hanno più intenzione di perdere le manifestazioni importanti organizzate  in casa propria. Marcelinho (al 10') e Taborda (al 12') infilzano Mammarella e mettono l'ipoteca sul primo trofeo stagionale, risultato messo in cassaforte dalla terza rete siglata da capitan Tonidandel al 15'. Un 3-0 fulmineo che sorprende la squadra di Massimiliano Bellarte, tornato sulla panchina abruzzese dopo tre anni. Pesaro è più solida, ha cambiato poco e uno dei nuovi (Gava) non è nemmeno in campo per mancanza del trasnfer quindi le trame di gioco dei locali appaiono più consolidate, anche senza Borruto (squalificato) perché Marcelinho, dopo la finale scudetto in cui giocò da protagonista, ha ormai preso confidenza e sicurezza. Ed è sulle sue spalle che la squadra si appoggia per sbloccare il risultato.

Jesulito scuote i suoi con la rete del 3-1 in contropiede, ma poi la scelta del portiere in movimento viene subito punita da Honorio, che insacca a porta vuota da lontanissimo chiudendo, di fatto, i giochi. C'è ancora tutta la ripresa da giocare, ma gli ospiti non riescono a bucare la porta perché la difesa è attenta ma soprattutto Miarelli fra i pali è favoloso, tanto che la Divisione lo premierà alla fine come mvp della gara. L'unico brivido a 2' dal gong con il rigore concesso all'Acqua & Sapone: Jonas lo segna (4-2), ma ormai è tardi per la riscossa. La Supercoppa parla pesarese. E la nuova stagione inizia subito con il piede giusto. "Era importante ribadire che siamo i più forti e in questa prima sfida lo abbiamo dimostrato - dice il capitano, Felipe Tonidandel - ma la stagione sarà lunga, intanto gustiamoci questa gioia".