Dopo l’interminabile pausa a causa dei tragici eventi della pandemia (l’ultima partita ufficiale della squadra di coach Bonafede si giocò il 22 febbraio: fu una netta vittoria casalinga con la Lucky Wind Trevi), la Megabox torna in palestra per avviare la preparazione della stagione 202021, che la vedrà impegnata nel campionato di A2. Gli allenamenti, rigorosamente a...

Dopo l’interminabile pausa a causa dei tragici eventi della pandemia (l’ultima partita ufficiale della squadra di coach Bonafede si giocò il 22 febbraio: fu una netta vittoria casalinga con la Lucky Wind Trevi), la Megabox torna in palestra per avviare la preparazione della stagione 202021, che la vedrà impegnata nel campionato di A2. Gli allenamenti, rigorosamente a porte chiuse sulla base delle prescrizioni governative, si terranno al PalaDionigi di Montecchio. Il presidente Ivano Angeli (foto) è indaffaratissimo: "Sono giorni di grande attività, stiamo lavorando alla creazione di un gruppo di aziende che entrino a far parte del progetto Megabox volley, e le prime risposte sono incoraggianti. Nella mia mente, questa società deve diventare un patrimonio del territorio, così che si possa riportare in alto la nostra provincia con l’aiuto di tutti. L’allenatore Fabio Bonafede e il direttore sportivo Piero Babbi hanno selezionato un gruppo di atlete che sono convinto potrà far bene in serie A2. Non vediamo l’ora che si cominci, accoglieremo le ragazze domenica sera con un momento privato di benvenuto. Vogliamo che si sentano a loro agio nella nostra città, che si trovino subito al meglio in modo da poter concentrare tutte le loro energie in campo". Sugli obiettivi Angeli dice: "Andiamo avanti giorno per giorno, vogliamo dare il massimo e poi alla fine del campionato vedremo dove saremo arrivati. Non abbiamo fretta, ma vogliamo ben figurare sin da questa stagione". Una giusta filosofia come piace anche al tecnico siciliano Fabio Bonafede che ha sempre sottolineato che "questa squadra non deve essere paragonata a nessuna precedente, ma ha una sua identità ben precisa che darà il massimo per ben figurare". Intanto la buona notizia è che si ricomincia, poi i risultati sarà il campo a decretarli. L’importante è tornare piano piano alla normalità.

Beatrice Terenzi