L'Astronave di Pesaro
L'Astronave di Pesaro

Pesaro, 7 settembre 2018 – Sul tetto dell’Arena ci sarà il nome della famiglia Vitri. Un importante accordo di sponsorizzazione presentato oggi pomeriggio in Comune. “Il Palas aveva bisogno di un nome autorevole, fortemente legato al nostro territorio: Vitri è un gruppo importante – afferma il sindaco Ricci -, uno dei pilastri sui quali si è retta Pesaro durante i periodi di difficoltà. Le istituzioni negli anni hanno provato a dare sostegno alle società sportive anche grazie alle loro strutture. La più importante è l’Astronave, che grazie alla sua grandezza e buona acustica ospita ogni anno tantissimi eventi: da concerti, congressi a partite. Due anni fa abbiamo avviato il lavoro della nuova copertura investendo 1milione 600 mila euro: un investimento per lo sport e per tutta la città”.

Un’operazione di Coomarketing che coinvolge Comune, Aspes a la Vuelle perché Vitri entrerà a far parte anche del Consorzio come sponsor. “Per noi fare bene significa far crescere il territorio, l’impegno che io e i miei collaboratori mettiamo nell’azienda si può trovare in tutte le attività che sosteniamo: la scuola, la solidarietà, lo sport - racconta Alceste Vitri -. Ora associamo il nostro nome a uno spazio unico, conosciuto in tutta Italia. Speriamo che sia sempre più un luogo vivo, aperto, frequentato da tante persone e giovani. Un posto speciale per chi ha a cuore Pesaro”.

L’Astronave cambierà nome dal 15 novembre. “È un obiettivo che stavamo inseguendo da tempo, per una struttura fondamentale per l’economia pesarese. Nel triennio 2016-2018 supereremo il milione di presenze certificate all’interno del Palas: solo quest’anno sono 400mila. Oltre a milioni di contatti internet, generati sulle manifestazioni. Nel 2018 sono 42 eventi, per un totale di 92 giorni-evento in una stagione”.

Soddisfazioni in casa biancorossa con il presidente Costa “Per noi è un grande orgoglio: entra una tra le famiglie più prestigiose. Vitri sarà sulla nostra maglia con uno spazio adeguato. Adesso abbiamo una responsabilità in più, vogliamo farlo innamorare di questo sport”.