Washington, 11 luglio 2018 - Ai Mondiali di basket sordi U21 l'Italia batte la Lituania 47 a 44. Grazie a questa storica vittoria la Nazionale femminile, nata a Pesaro, si toglie lo sfizio e regala una grande soddisfazione alla Fssi (Federazione Sport Sordi Italia). Nella seconda giornata dei Mondiali di Washington piega la Lituania, che in questi otto anni è stata la bestia nera della Nazionale senior, dopo una battaglia intensa e appassionante durata 40 minuti. Nei quali capitan Sorrentino e compagne non hanno mai mollato, riuscendo alla fine a dare il colpo di reni in volata.

Una vittoria che, di fatto, ha aperto alle azzurrine le porte della semifinale: resta da vedere la posizione con la quale si qualificheranno e questo dipenderà dagli ultimi due scontri con Giappone e Turchia. Coach Sara Braida dovrà centellinare le forze perché dopo il pesante ko con gli Usa nel debutto e il giorno di riposo seguito, ora si gioca tutti i giorni. Un’ esperienza fantastica per queste ragazze, vissuta in quello che è un punto di riferimento per i sordi di tutto il mondo, la Gallaudet University, un college pensato per i non udenti, dove tutti comunicano nella lingua dei segni. Aver giocato e vinto nell’arena dei “Bison” aggiunge onore alla grande gioia.