Il calcio d'angolo dell'illusorio vantaggio vissino
Il calcio d'angolo dell'illusorio vantaggio vissino

Cesena, 11 agosto 2019 – Inizia con una sconfitta in Coppa Italia di Serie C la prima partita di Mauro Bosco alla presidenza della Vis Pesaro. All’Orogel Stadium ‘Dino Manuzzi’ di Cesena i romagnoli battono la Vis 3-1 e passano il turno di Coppa dalla quale eliminano i pesaresi rendendo ininfluente il prossimo derby Vis-Rimini del 18 agosto al Benelli. 

In campo si vede una Vis con tante falle sulle quali si canalizzeranno gioco-forza i ragionamenti degli ultimi venti giorni di calciomercato. E dire che era stata la Vis ad andare in vantaggio al primo affondo quando, dopo un paio di minuti, il calcio d’angolo di Voltan libera il cross di Pedrelli che nel cuore dell’area trova lo stacco aereo di Tascini che libera la zampata vincente di Mattia Gennari.

Il Cesena però guadagna subito campo, preme e replica con la stessa moneta: altro calcio d’angolo (di Borello) e stacco di testa di Brignani che Bianchini riesce solo a smorzare. 1-1 che è il preludio al sorpasso: il vissino Adorni fatica terribilmente a destra e da quella parte Valeri affonda e converge per Capellini che trova una vincente volée di destro che vale il 2-1.

Nel secondo tempo la Vis prova a reagire, ma non riesce a essere pericolosa e all’81esimo è troppo facile per Russini imperversare in area in mezzo a una rivedibile difesa pesarese e scaricare in rete il destro del 3-1 definitivo.

Cesena Vis Pesaro, il tabellino

CESENA – VIS PESARO 3-1
CESENA (3-4-3): Agliardi; Ricci (12’st Maddaloni), Brignani, Sabato; Capellini (12’st Cortesi), Franco (25’st Valencia), Rosaia, Valeri (35’st Brunetti); Borello, Butic (12’st Sarao), Russini. All. Modesto
VIS PESARO (4-3-1-2): Bianchini; Adorni (21’st Farabegoli), Gennari (33’st Romei), Lelj, Pedrelli; Misin, Paoli, Rubbo; Voltan; Grandolfo, Tascini (18’st Tessiore). All. Pavan
Arbitro: Scarpa di Collegno
Reti: 2’pt Gennari, 27’pt Brignani, 32’pt Capellini, 36’st Russini
Note: spettatori 2068. Ammoniti: Gennari, Capellini, Butic, Sabato, Misin