Giana Erminio - Vis Pesaro (Foto Newspress)
Giana Erminio - Vis Pesaro (Foto Newspress)

Gorgonzola (Milano), 5 maggio 2019 - Una Vis Pesaro inedita. Sei gol nella stessa partita, 3 per parte. Mai in questa stagione i biancorossi avevano subito tre reti, ma una doppietta di Guidone e la rete di Gennari hanno ribaltato una partita che sembrava ormai persa. La Giana Erminio parte subito forte e va in vantaggio alla prima occasione utile con Perna. Il numero dieci lombardo è bravo a beffare la retroguardia pesarese al 6' e infila un incolpevole Tomei.

Vis alle corde che fatica ad uscire, Giana che prova a imporre gradualmente il dominio sul gioco. La fascia destra vissina, occupata dagli esordienti Rossoni e Romei, fatica a contenere le fiammate di un ottimo Giudici e di Montesano.

Gli uomini di Leonardo Colucci provano a scrollarsi di dosso lo svantaggio subito e tentano qualche trama offensiva, ma un errore insolito di Briganti da ultimo uomo spiana la strada a Barba che serve dentro l'area Rocco. L' attaccante della Giana tutto solo insacca e raddoppia, è il 23' del primo tempo.

Vis Pesaro che potrebbe già riaprire la gara nella prima frazione, due le occasioni nitide per i biancorossi. La prima con Medved che punta in dribbling l'ex Gianola e lascia partire una conclusione di sinistro che termina a qualche centimetro dal palo. La seconda passa dai piedi di Buonocunto, che si libera di un avversario con una magia ed esplode un destro dal limite che accarezza il legno alla sinistra di Leoni.

Nella seconda metà di gara la musica cambia. Vis Pesaro più sciolta in campo, che accorcia le distanze con Guidone. Il bomber biancorosso è bravo ad arrivare su un cross di Testoni dalla sinistra a tre minuti dall'avvio. Ma la Giana continua a produrre calcio e riesce a portarsi nuovamente a due lunghezze di differenza con Mutton, giovanissimo prospetto al suo primo gol tra i professionisti.

La partita sembra ormai spegnersi verso il 3-1, ma una bellissima azione di Tessorie sulla destra al 72' porta nuovamente i biancorossi a meno uno. Il baby centrocampista mette in mezzo una palla telecomandata e Guidone non deve far altro che spingerla verso la rete. Doppietta per il bomber ex Padova.

Colucci decide di giocarsi anche la carta Voltan due minuti più tardi, oltre agli esordi di Sabattini e Stefanelli in porta. Proprio dal fantasista veneto, in campo da 4 minuti, parte l'angolo che porta al pareggio di Gennari. Partita che si accende nei dieci minuti finali e proprio Guidone va vicino alla tripletta personale, sfiorando il vantaggio che avrebbe portato la Vis Pesaro all'undcesimo posto, buono per i playoff se il Monza vince la Coppa Italia. Un risultato che comunque non pregiudica il record  di miglior difesa del girone per i biancorossi, che hanno incassato soltanto 31 gol. Dagli altri campi, vittoria amara per il Fano che si impone sulla Triestina ma non basta. I granata tornano in Serie D da ultimi in classifica con 38 punti. Rimini che pareggia contro il Renate e si giocherà la permanenza tra i pro contro la Virtus Verona nei play-out.