Duello a centrocampo tra i pesaresi e la capolista
Duello a centrocampo tra i pesaresi e la capolista

Pordenone, 12 febbraio 2019 – Terza sconfitta consecutiva per la Vis Pesaro che a Pordenone è costretta a chinare il capo alla marcia della capolista neroverde. I ‘ramarri friulani’ vincono il match infrasettimanale per 1-0 grazie ad una rete del centravanti Candellone che al 56esimo minuti raccoglie i frutti di venti minuti di importante pressione dei neroverdi di Tesser. Eppure la Vis era partita bene approcciando il primo tempo con coraggio e organizzazione rendendo inoffensivo per mezzora il miglior attacco del campionato. Anzi, è dei pesaresi l’episodio maggiormente degno di nota quando la sterzata in area di Guidone trova una collisione in area con Ciurria e l’attaccante pesarese si vede costretto a reclamare invano il calcio di rigore. La capolista però si sveglia negli ultimi dieci minuti: quando colpisce un palo clamoroso con Ciurria e ha altre due occasioni pericolose con Burrai e Gavazzi.
Nel secondo tempo i friulani monetizzano la pressione col suo uomo-gol Candellone. Il centravanti ha due occasioni: sulla prima Tomei dice di no, sulla seconda il diagonale è quello giusto per il nono gol stagionale di Candellone. La Vis ha l’occasione più grossa per pareggiare quando Guidone lavora un pallone in area e va ad un tiro che Burrai salva prima che varcasse la linea di porta. L’ex Colucci si gioca il tutto per tutto con Lazzari e il debutto stagionale di Ivan, ma il punteggio non cambierà. Sabato la Vis sarà attesa dalla terza gara in una settimana: al Benelli arriverà l’Albinoleffe.

 

Il tabellino

PORDENONE – VIS PESARO 1-0
PORDENONE (4-3-1-2): Bindi; Semenzato, Stefani, Barison, De Agostini; Zammarini, Burrai (30’st Damian), Bombagi; Gavazzi (36’st Gavazzi); Ciurria (30’st Rover), Candellone (45’st Bassoli). All. Tesser
VIS PESARO (3-5-2): Tomei; Rocchi, Briganti, Gennari; Petrucci (24’st Voltan), Paoli (30’st Ivan), Botta (30’st Lazzari), Tessiore, Rizzato (36’st Hadziosmanovic); Olcese, Guidone. All. Colucci
Arbitro: Rutella di Enna
Reti: 11’st Candellone
Note: spettatori 1300 circa. Ammoniti Rocchi, Botta, Petrucci, Gennari.