I tifosi pesaresi a Ravenna
I tifosi pesaresi a Ravenna

Ravenna, 15 settembre 2019 – Ravenna si conferma campo tabù per la Vis. Uno stadio in cui i pesaresi non hanno mai vinto e nel quale confermano la tradizione negativa con una sconfitta urticante per 2-1. Dopo un primo tempo equilibrato e bloccato senza palle-gol degne di tal nome, per la Vis la ripresa diventa traumatica. Pronti, via e Giovinco trova una strepitosa parabola dalla distanza che beffa Bianchini al primo minuto di gioco e porta il Ravenna sull’1-0.

La Vis prova a reagire e trova un’unica vera palla-gol quando Spurio si supera sul colpo di testa di Grandolfo. Pesaresi che però capitolano una seconda volta mortificati da un tremendo errore del portiere Bianchini che su retropassaggio di Pedrelli indietreggia incredibilmente il suo tempo d’intervento e si fa rubare palla e vantaggio acquisito da D’Eramo. La Vis cerca di addolcire la pillola del 2-0 coi subentrati Lazzari (colpo di testa fuori di poco) e Malec (diagonale vanificato da Spurio). Vi riesce all’ultimo secondo utile con Gennari che fa 2-1 di testa su calcio d’angolo. Altra nota negativa, l’espulsione di Lazzari al 93° per una sciocca doppia ammonizione che lo costringerà a saltare Vis – Padova. Esulta il Ravenna che, come un anno fa, dopo un punto in tre partite risorge alla quarta giornata trovando la prima vittoria in campionato.

Ravenna Vis Pesaro, il tabellino

RAVENNA – VIS PESARO 2-1
RAVENNA (3-5-2): Spurio; Ronchi, Jidayi (1’st Pellizzari), Sirri; Mandorlini, Lora (33’st Sabba), Papa (26’st D’Eramo), Selleri, Purro; Giovinco (22’st Raffini), Nocciolini (22’st Fyda). All. Foschi
VIS PESARO (3-5-2): Bianchini; Gennari, Farabegoli, Lelj; Misin (13’st Tessiore), Rubbo, Paoli, Ejjaki (13’st Lazzari), Pedrelli; Voltan (26’st Malec), Grandolfo (38’st Tascini). All. Pavan
ARBITRO: Bordin di Bassano del Grappa
Reti: 1’st Giovinco, 30’st D’Eramo, 50’st Gennari
Note: espulso Lazzari al 48’st (doppia ammonizione). Ammoniti Jidayi e Fyda.