Paoli, della Vis Pesaro (Fotoprint)
Paoli, della Vis Pesaro (Fotoprint)

Pesaro, 19 dicembre 2019 - Confermato il blocco dei campionati. Il 22 dicembre non si giocherà la prima giornata di ritorno di Serie C e, dunque, Sudtirol – Vis Pesaro è rinviata a data da destinarsi. A ratificare lo sciopero della Serie C, già proclamato lunedì, una nota della Lega Pro arrivata alle 21.10 di ieri dopo il prefissato incontro fra Figc, Lega Pro e il Ministro dell’Economia e delle Finanze Roberto Gualtieri avvenuto per discutere l’impellente esigenza di defiscalizzazione per le società di Serie C. "Incontro positivo – ha detto il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli – le linee sono state delineate, ora attendiamo atti tangibili". Una notifica arrivata dopo che per la Vis la situazione stava creando lievi problematiche di tipo sportivo ed enormi grane di tipo logistico.


La squadra si stava allenando ligia al programma settimanale che avrebbe dovuto portarla sabato sul pullman per Bolzano e domenica a giocare al ‘Druso’ col Sudtirol. E invece non si gioca e non ci si fascia la testa per questo: si va in ferie anticipate e si recuperano gli infortunati. Che non sono pochi: Gennari, che ieri ha compiuto 28 anni, non avrebbe recuperato per Bolzano, idem Campeol e, forse, neppure Gianola alle prese con una contrattura. Rubbo è quasi recuperato, ma non gioca da due mesi e mezzo. Sono state invece giornate complicatissime per il team manager Alessio Peroni. Giocare a Bolzano il 22 dicembre significa essere in altissima stagione fra mercatini natalizi e turismo sciistico. Fino a ieri la Vis non aveva disdetto nulla. Problematiche simili a quelle di alcuni tifosi che avevano già prenotato appartamenti in Alto Adige decidendo di approfittare della partita della Vis per abbinarvi un weekend sugli sci.
 

Se Sudtirol-Vis non si giocherà in campo, si sta invece già giocando in sede di mercato. Entrambe le squadre hanno messo gli occhi sull’attaccante esterno classe 1994 Gianmarco De Feo che ieri ha rescisso il suo contratto con l’Ascoli dove ha trascorso quattro mesi fuori rosa. Lo scorso anno De Feo aveva collezionato 24 presenze e 6 gol in C con la Lucchese: "Un profilo che ci piaceva già quest’estate – conferma il diesse vissino Claudio Crespini – Vediamo, la concorrenza è tanta". Vis che resta vigile su De Feo, così come su Stanco della FeralpiSalò e su chi la Triestina è disposta a cedere fra Costantino e Gomez. Si segue con interesse anche Chinellato che lo scorso anno segnò alla Vis con la maglia del Gubbio. Attualmente ha collezionato 11 presenze e un gol a Lecco. Curiosità: in Sampdoria-Juve di ieri, al gol blucerchiato le telecamere Sky hanno ripreso un abbraccio tra il presidente doriano Ferrero e quello della Vis Bosco, fianco a fianco a Marassi.