Vis Pesaro, Bosco si presenta in Comune (Fotoprint)
Vis Pesaro, Bosco si presenta in Comune (Fotoprint)

Pesaro, 10 agosto 2019 - Nella giornata delle candele la luce della Vis Pesaro risplende davanti ai suoi tifosi. Applausi ed entusiasmo hanno accompagnato la presentazione del nuovo presidente e socio di maggioranza della Vis Pesaro, il 41enne campano Mauro Bosco. Una sala del consiglio comunale gremita che ha ospitato oltre al già citato Bosco anche il nuovo amministratore delegato Antonio Feroce. A far gli onori di casa il sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, insieme al co-presidente Marco Ferri e al direttore generale Vlado Borozan.

Proprio il dg biancorosso ha parlato di "momento storico per la città" lasciando subito la parola a Matteo Ricci che ha aperto con una battuta: "Ha iniziato bene perché mi ha già preso la poltrona da sindaco e messo in quella da vicesindaco. Oltre le battute questa è una giornata importante per noi. Per tutto il percorso, fatto di gioie e delusioni, che abbiamo condiviso insieme. Voglio ringraziare Marco Ferri per tutti i sacrifici e l'impegno che ha messo nella Vis, ricordiamoci da dove siamo partiti. Teniamo i piedi ben saldi a terra ma ragioniamo con grande ambizione".

Anche il co-presidente Ferri ha voluto spendere due parole verso Bosco e i tanti tifosi che lo hanno applaudito. "Mauro è una persona seria - dice Ferri - un industriale che sa cosa vuole. Vi ringrazio e vi assicuro che rimarrò almeno per altri 5 anni. Non è stata una cessione di quote improvvisata, e sopratutto è stata presa per il bene della Vis Pesaro e in sinergia con la Sampdoria e il progetto che stiamo portando avanti". Bosco, emozionato come fosse il primo giorno di scuola, ha spiegato i motivi della sua scelta imprenditoriale e sportiva: "Ringrazio questa città che mi ha fatto subito sentire come a casa. Sono napoletano, un passionale, ed ho visto una piazza viva con un grande entusiasmo. Sono affascinato dalle potenzialità che ci sono qui e che devono rendervi tutti orgogliosi. Ragionando in termini di medio-lungo periodo sarà prioritario un investimento sulle infrastrutture (stadio e Villa Fastiggi) di cui già sto discutendo con l'amministrazione. Sul mercato invece posso garantire che avremo altre due cartucce da sparare per completare la squadra, che è già competitiva".