Giacomo Ridolfi della Vis (Fotoprint)
Giacomo Ridolfi della Vis (Fotoprint)

Pesaro, 18 marzo 2018 - Due punti persi, alla luce dello scialbo pareggio casalingo (0-0) e del mezzo passo falso del Matelica. La Vis non brilla e non incide in un match grigio come il cielo sopra il Benelli. I biancorossi partono forte e al 5’ Carta colpisce la traversa con un violento tiro da fuori arrivato dopo una buona combinazione sulla sinistra.

Questo sarà l’unico acuto della partita da parte della Vis, che nonostante un primo tempo di buona corsa non riesce mai a sfondare dalle parti di Cannella. Il portiere ospite, impreciso in qualche uscita, rischia grosso al 15’, quando Olcese apparecchia di petto per Buonocunto che si coordina ma spara alto dal dischetto.

San Nicolò ben messo in campo chiude precisamente con Bontà, reinventato difensore centrale, due imbucate per le punte vissine. La partita sul finire del primo tempo si gioca principalmente a centrocampo diventando a tratti noiosa e molto fallosa.

Nella ripresa la spinta pesarese cala con il passare del tempo, il San Nicolò si mette tutto dietro la linea della palla e prova a ripartire con il subentrato Moretti, che sfiora in due occasioni il colpo grosso su tiro da fuori. Nemmeno gli ingressi di Ridolfi e Baldazzi riescono a dare ai padroni di casa la spinta giusta per passare in vantaggio e la partita scorre inesorabilmente sullo 0-0 fino al fischio finale.

Un’ occasione persa, la seconda consecutiva. Il morale adesso è ai minimi storici da inizio stagione, servirà ben altra prestazione domenica prossima contro i Nerostellati per tornare a prendersi 3 punti.