Simone Pavan
Simone Pavan

Pesaro, 10 luglio 2019 - Il nuovo allenatore biancorosso si presenta. Simone Pavan, insieme al suo staff, è stato protagonista , nella Sala Rossa del Comune di Pesaro. A fare gli onori di casa anche il sindaco Matteo Ricci. "Auguro al tecnico il meglio, siamo una città appassionata e il temporale di oggi ci porterà fortuna, come si dice per i matrimoni". Prima dell'allenatore hanno parlato anche il presidente biancorosso Marco Ferri "Voglio vincere e giocare bene, spero di proseguire il cammino insieme anche per più di un anno". E il direttore generale Vlado Borozan: "Vogliamo raggiungere i 40 punti, e poi provare a fare ciò che non è mai stato fatto a Pesaro. Vogliamo osare, con una giusta programmazione".

Dopo i convenevoli spazio alle dichiarazioni di Pavan, apparso fin da subito calato nella parte di condottiero. Di poche parole, semplici ma efficaci. Simone Pavan a Pesaro nella sua seconda esperienza tra i professionisti, dopo la parentesi Modena e il recente passato nella squadra Primavera della Sampdoria. "Ho accettato Pesaro - dichiara il neo allenatore - dopo un breve colloquio con la società e grazie alla Sampdoria. Ho fin da subito chiesto a chiunque dovesse sposare la nostra causa una mentalità feroce. Che si costruisce soprattutto durante la settimana, perché la domenica è uno specchio di come si è lavorato in allenamento. Per giocare alla Vis Pesaro ci vuole determinazione e voglia di combattere".

Il tecnico ha anche descritto quelli che saranno i prossimi arrivi dal settore giovanile della Samp: "Saranno con noi - conclude Pavan - Farabegoli, Campeol e Ejjaki. Sono tre ragazzi che conosco bene e che ho voluto portare con me senza nessun dubbio. Oltre alle qualità tecniche chiedo ai miei giocatori una grande mentalità". E infine un commento verso i tifosi: "Non chiedo - conclude il tecnico veneto - niente alla piazza. Mi piacerebbe sentire l'entusiasmo di questa piazza, sempre. Creiamo insieme un legame speciale".