Vis-Renate 0-1, Petrucci (Fotoprint)
Vis-Renate 0-1, Petrucci (Fotoprint)

Pesaro 9 febbraio 2019, - Una partita da dimenticare in fretta. Si, perché la Vis Pesaro non avrà nemmeno il tempo di leccarsi le ferite che già dovrà scendere di nuovo in campo. Martedì i pesaresi saranno ospiti della capolista Pordenone, nel turno infrasettimanale di Serie C. La Vis perde ancora in casa, per la seconda gara consecutiva. Un match che ha visto il Renate di Aimo Diana impossessarsi della partita nel secondo tempo, segnando il goal decisivo su calcio d'angolo, con la complicità involontaria di un giocatore biancorosso. Nella prima frazione i pesaresi di mister Colucci hanno approcciato bene, ma il terreno di gioco ed un' ottima organizzazione avversaria hanno complicato in maniera decisiva i piani. Al 7' del primo tempo i biancorossi vanno vicinissimi al vantaggio con Voltan.

Il fantasista vissino dopo una bella azione collettiva è riuscito a trovare lo spazio per calciare in porta. Il risultato, pallone che sfiora l'angolino e punteggio che rimane invariato. Ma la prima metà è un botta e risposta tra le due squadre. Diop si divora il goal al 25', dopo che era stato servito a centro area da Rizzato. Il senegalese non riesce a dar forza e precisione al pallone, che termina fuori dallo specchio della porta. Pochi minuti più tardi Briganti perde un pallone velenoso da ultimo uomo, De Sena si invola verso la porta ma Tomei è gigante nel salvare il risultato parando con i piedi. Anche Olcese avrebbe la chance per segnare, ma anche lui spedisce fuori dopo un flipper in mezzo all'area del Renate. Il primo tempo si conclude a reti bianche, con diverse occasioni da entrambe le parti. Ma la seconda frazione è tutta un'altra storia.

Voltan, il migliore fino a quel momento per la Vis, si spegne con l'andare delle lancette. Il Renate pressa alto, costringendo spesso all'errore la difesa vissina. Da uno dei dodici calci d'angolo concessi al Renate, arriva la rete che beffa Tomei. al 52' Saporetti devia di testa ma un tocco della difesa beffa il portiere biancorosso. Da quel momento il Renate prende il controllo totale del match, con la Vis che non riesce quasi mai ad impensierire un ottimo Cincilla. Neanche gli ingressi di Lazzari e Guidone, entrambi non al meglio della condizione, riescono a ribaltare il risultato. Il tempo scorre inesorabile, ma Tomei riesce ancora a compiere un altro miracolo, respingendo sulla conclusione a botta sicura di Gomez. Ma al Renate basta una rete per uscire vincitore dal "Tonino Benelli". I lombardi festeggiano mentre i tifosi pesaresi applaudono e incitano comunque la squadra.