Lo stadio Benelli in Vis-Vicenza
Lo stadio Benelli in Vis-Vicenza

Pesaro, 2 febbraio 2019 – Il Vicenza batte la Vis Pesaro al Benelli vincendo 1-2 al termine di una gara frenetica giocata sotto i colpi di una pioggia battente accompagnata da una ‘grandinata’ di occasioni da gol confezionate da entrambe le squadre. Vince il Vicenza che raccoglie il premio massimo grazie a un primo tempo arrembante in cui segna due gol approfittando di una Vis svagata in fase difensiva. I pesaresi però non demordono e una reazione gagliarda li rimetterà in partita col gol di Petrucci che però non basterà a raccogliere punti in classifica.
Esulta il Vicenza che azzanna la partita con due grosse palle-gol nei primi dieci minuti: sulla prima Tomei ha il riflesso giusto deviando il colpo di testa sottomisura di Arma, ma sulla seconda il Vicenza passa: Giacomelli elude nettamente la marcatura di Pastor e mette un velenoso tiro-cross per Guerra sul quale Tomei interviene in uscita bassa, ma la mancata trattenuta del portiere consente allo stesso Guerra di scaricare in rete il colpo dello 0-1.


La Vis reagisce con Petrucci (tiro fuori di poco) e con le scorribande di Guidone e Lazzari, ma il Vicenza in avanti è in stato di grazia. Con Giacomelli che imperversa sulla fascia di sinistra e Davide Bianchi che si dimostra letale su quella di destra. Vedi il 38esimo minuto quando il terzino guadagna il fondo e scodella un cross sul quale Arma si esibisce in una rovesciata che vale il gol dello 0-2.


Sotto di due reti, la Vis non si demoralizza, ma le occasioni di Rizzato (di testa) e Olcese (botta centrale) non trovano fortuna alla fine del primo tempo, così come ai primi vagiti del secondo tempo quando il portiere vicentino Grandi ha il riflesso giusto sulla conclusione di Lazzari dalla distanza e, soprattutto quando si accartoccia a negare il gol a Pastor sulla mischia maturata dal corner che ne consegue. Portiere veneto che si ripete ancora con un’ottima parata in tuffo su pregevole conclusione dalla distanza di Olcese e che si rivelerà oltremodo superlativo su altra conclusione di uno scatenato Lazzari. Numero uno veneto in stato di grazia che però si smentisce al 73esimo, quando ha una presa scivolosa sulla conclusione di Petrucci che vale il gol dell’1-2. La Vis ha il tempo per crederci, ma perde la sua arma più preziosa quando Lazzari lascia il campo infortunato accusando una ricaduta sul suo pregresso problema alla spalla. La Vis tenta il forcing finale, ma la stoccata non arriva. Vince il Vicenza e sorpassa i pesaresi in classifica. Nel prossimo turno (sabato 9 febbraio) la Vis sarà ancora impegnata al Benelli contro i lombardi del Renate.

Tabellino

VIS PESARO – VICENZA 1-2
VIS PESARO (3-4-1-2): Tomei; Pastor (22’st Hadziosmanovic), Briganti, Gennari; Petrucci, Paoli, Botta, Rizzato (15’st Voltan); Lazzari (38’st Testoni); Olcese, Guidone (22’st Diop). All. Colucci
VICENZA (4-3-2-1): Grandi; D. Bianchi, Mantovani, Pasini, Martin; N. Bianchi, Zonta, Cinelli (15’st Bovo); Giacomelli (42’st Tronco), Guerra (34’st Pontisso); Arma (42’st Maistrello). All. Serena
ARBITRO: Nicoletti di Catanzaro
Reti: 8’pt Guerra, 38’pt Arma, 28’st Petrucci
Note: spettatori 1800 circa. Ammoniti Giacomelli, Lazzari, Guerra, Grandi, Maistrello.