Terminato il periodo di forzata inattività, il Lightbay Sailing Team non perde tempo e si accinge a tornare tra le boe nel corso del primo week end indicato dalla Federazione Italiana Vela come ‘regatabile’. Palcoscenico che sancirà la ripresa dell’attività agonistica per il team del pesarese Carlo Alberini sarà Malcesine,...

Terminato il periodo di forzata inattività, il Lightbay Sailing Team non perde tempo e si accinge a tornare tra le boe nel corso del primo week end indicato dalla Federazione Italiana Vela come ‘regatabile’. Palcoscenico che sancirà la ripresa dell’attività agonistica per il team del pesarese Carlo Alberini sarà Malcesine, dove i Melges 20 saranno impegnati nel primo appuntamento della stagione. Come avvenuto anche nel corso del 2019, a rappresentare il Lightbay Sailing Team tra i ‘mosquitos’ sarà Kindako, il Melges 20 armato da Stefano Visintin che al suo fianco avrà lo stesso equipaggio della passata stagione, ovvero Simon Sivitz Kosuta, Enrico Turrini e Francesca Russo Cirillo: "Finalmente si riparte: la voglia di mettere alle spalle quanto vissuto nei mesi passati è davvero tanta – dice Alberini –. Regateremo con le vele del 2019 e lo prenderemo come un allenamento competitivo, utile per levare la ruggine e lanciarci verso la stagione con la necessaria aggressività. Il nostro obiettivo è arrivare al top della performance in occasione del Mondiale. Queste giornate a Malcesine, perciò, sono per noi un importante allenamento: in alcuni momenti è emerso che c’è bisogno di riprendere confidenza con la conduzione della barca e con le manovre, soprattutto durante le partenze: infatti abbiamo riscontrato proprio in questa fase le maggiori difficoltà". Esaurite le fatiche gardesane, Kindako sarà di scena a Scarlino verso la fine del mese di luglio, per il primo atto delle Melges World League, il vero obiettivo di questa ripartenza che si annuncia ricca di interesse per tutti gli appassionati di questo sport all’aria aperta.