Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
24 lug 2022
24 lug 2022

Gennari: "Legato a questa piazza ma ora il ritorno è impossibile"

"Ci devono essere i presupposti giusti per un progetto. Mi sono preso del tempo"

24 lug 2022
Mattia Gennari in azione con la maglia biancorossa
Mattia Gennari in azione con la maglia biancorossa
Mattia Gennari in azione con la maglia biancorossa
Mattia Gennari in azione con la maglia biancorossa
Mattia Gennari in azione con la maglia biancorossa
Mattia Gennari in azione con la maglia biancorossa

"Per adesso un mio ritorno è impossibile". Non sarà di certo Mattia Gennari il nuovo difensore centrale della Vis Pesaro targata Sassarini. E non erano pochi quelli che si auguravano un ritorno del tifernate ma pesarese d’adozione, nell’ultima stagione tra Pistoiese e Montevarchi. Quello che è certo che il suo futuro sarà in C, da plasmare senza fretta.

Gennari, qualcuno l’ha chiamata dalle parti del "Benelli"?

"No, la Vis non mi ha cercato".

Ci dica di più.

"Alla Vis sono legato come sempre, ma sono state fatte delle scelte precise. Per adesso un mio ritorno è impossibile".

Dove giocherà la prossima stagione?

"Il mercato non manca, tant’è che ho fatto chiacchierate con società di C. Però ci devono essere i presupposti giusti per poter sposare un progetto, per questo mi sono preso del tempo per valutare le proposte".

A Pesaro ha avuto modo di intravedere qualche allenamento di Sassarini?

"No, allo stadio passo giusto per portare e venire a prendere mio figlio, che è impegnato al Vis Camp".

Come interpreta il suo ritorno in città?

"Credo che sia per Sassarini sia per la società sia un’opportunità importante di riscatto. Di una cosa, però, sono certo: se il club lo sosterrà nei momenti difficili e gli darà modo di esprimere il suo gioco, farà davvero bene".

Ipotesi Lens a parte, è una Vis che sembra voler alzare l’asticella, non trova?

"Il presidente Bosco da quando è arrivato si è posto come una persona ambiziosa. Per progettare ci vuole tempo, e lui lo sta facendo abbastanza bene. Piano piano cercherà di aggiungere qualcosa in più per poter raggiungere i playoff".

Le altre squadre del girone B, però, non stanno di certo a guardare.

"Fermo restando che la Reggiana resta la favorita, visto che il Modena è salito in B, vedo un Cesena che si sta muovendo molto bene, complici le ambizioni della proprietà americana. Anche l’Ancona mi piace per come si è mossa: ha fatto e sta facendo un ottimo mercato. Infine c’è l’Entella, che ha mantenuto l’ossatura della scorsa stagione".

Quanto conta secondo lei l’allenatore per attirare giocatori importanti?

"Il nome conta e attrae. Ma è la società alla fine a ispirare davvero".

Qual è la sua ricetta per far riaffezionare Pesaro alla squadra?

"Abbinare i risultati al bel gioco. Col ritorno di Sassarini è già stato messo un bel tassello, perché è un tecnico che porta entusiasmo. E il suo obiettivo primario è far divertire anche il pubblico".

Riccardo Spendolini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?