Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
27 mag 2022

I tifosi: "Avvicinare il campo alla centrale"

Luca Turrini, curatore del progetto Benelli, si appella a Bosco e al Comune: "Nuova Prato, non facciamo i lavori due volte"

27 mag 2022
Il nuovo Benelli visto dai tifosi: «Fare interventi dentro un progetto»
Il nuovo Benelli visto dai tifosi: «Fare interventi dentro un progetto»
Il nuovo Benelli visto dai tifosi: «Fare interventi dentro un progetto»
Il nuovo Benelli visto dai tifosi: «Fare interventi dentro un progetto»
Il nuovo Benelli visto dai tifosi: «Fare interventi dentro un progetto»
Il nuovo Benelli visto dai tifosi: «Fare interventi dentro un progetto»

La decisione del sindaco Ricci e della Giunta di smontare la tribuna Prato in parte, allungarla e coprirla, ha provocato il contributo dei tifosi che ci hanno scritto per dare suggerimenti concreti all’amministrazione comunale per realizzare quello che considerano un passo fondamentale per avere un giorno uno stadio chiuso ai tre lati, con due nuove curve: coperto, funzionale, confortevole. Con una premessa: "Visto che si rifà la Prato, sarebbe il caso di spostare subito il campo da gioco verso la tribuna coperta, per poi aggiungere in futuro le due curve e chiuderlo. Bisogna fare i lavori una sola volta e bene e soprattutto con un senso e dentro un progetto finale", dice Luca Turrini, storico tifoso della curva, che lancia un appello al presidente Bosco e al Comune perché "trovino le risorse per il campo subito, avvicinandolo alla centrale definitivamente, con conseguente avvicinamento anche della Prato, senza ripartire da capo in futuro". Luca Turrini è stato anche il primo ideatore di uno stadio all’inglese con Prato più bassa e lunga e due curve, ed entra nel dettaglio: "Si può pensare di togliere la parte rossa alta della Prato,ovvero 5 gradoni e quindi 564 seggiolini e per avere una Prato bassa da 14 gradoni a 9 gradoni. Di conseguenza avremo 282 seggiolini da distribuire a destra e sinistra della nuova prato a 9 gradoni. Dividiamo ora i 282 seggiolini per 9 gradoni, la nuova altezza Prato, e otteniamo 31 seggiolini per fila. Quanto spazio occupano due seggiolini? Un metro. Cosa significa questo? Che ottieni 15 metri in più sia a destra che sinistra, ovvero 30 metri che aggiunti agli attuali 60 della Prato originale la portano a 90 metri".

C’è poi un’altra ipotesi, spiega Luca, "quella di portare la Prato da 14 a 8 gradoni: 675 seggiolini da distribuire a destra e sinistra, 337 per parte per la precisione. In questo modo avremo 42 seggiolini per ognuno degli otto gradoni che significa 21 metri (due seggiolini fanno un metro). In questo caso ai 60 metri attuali di tribuna ne aggiungeremmo 21 a destra e 21 a sinistra, che vuol dire una tribuna lunga 102 metri". Una terza ipotesi, spiega ancora Luca Turrini, "potrebbe essere una Prato da 14 a 9 gradoni: 564 seggiolini da distribuire a destra e sinistra, 282 seggiolini per ognuna delle due parti. Avremo così 9 gradoni con ognuno 31 seggiolini che significa 15 metri in più per ogni parte che porterebbero l’attuale Prato a 90 metri". Aspetto importante, conclude Luca Turrini, "spostando completamente la parte rossa sopra,si andrà a togliere l’effetto Austria e per questioni di buon gusto non si può certo andare a incollare le poltroncine rosse a destra e sinistra con il centro della tribuna che rimane biancorossa. Sarebbe invece molto più bello ed opportuno un nuovo effetto cromatico. In questo caso il migliore è l’effetto Canada, più equilibrato rispetto a un ipotetico nuovo effetto Austria che sarebbe schiacciatissimo con la tribuna più bassa".

d.e.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?