La ferocia di un’aquila, con la voglia di scalare il monte passando per i varchi avversari. Oggi alle 14.30, sul campo sintetico di Pontedera, casa dell’Aquila Montevarchi, servirà questa Vis Pesaro. I toscani sono neopromossi dalla serie D ma appaiati a 19 punti con i biancorossi, a cavallo tra la zona playoff e il vantaggio sui playout. Una sfida importante in chiave salvezza, vuoi per la classifica, vuoi per il momento della stagione, a quattro giornate dal giro di boa, compresa questa partita. Una gara dove la Vis Pesaro di Banchini...

La ferocia di un’aquila, con la voglia di scalare il monte passando per i varchi avversari. Oggi alle 14.30, sul campo sintetico di Pontedera, casa dell’Aquila Montevarchi, servirà questa Vis Pesaro. I toscani sono neopromossi dalla serie D ma appaiati a 19 punti con i biancorossi, a cavallo tra la zona playoff e il vantaggio sui playout. Una sfida importante in chiave salvezza, vuoi per la classifica, vuoi per il momento della stagione, a quattro giornate dal giro di boa, compresa questa partita. Una gara dove la Vis Pesaro di Banchini (foto) si presenta con la rosa quasi al completo. Fuori Giraudo per squalifica, sulla corsia di sinistra, complice la lunga assenza di De Nuzzo, giocherà Rubin, mentre dall’altra parte dovrebbe tornare in campo titolare Piccinini. A centrocampo invece, eccetto Coppola, sono in ballottaggio Rossi, Saccani, Astrologo e Lombardi per due maglie da titolari. In difesa capitan Gavazzi guiderà il reparto, affiancato da Cusumano e uno tra Di Sabatino e Manetta. In attacco potrebbero esserci novità: la qualità e la velocità di Tonso e Cannavò sembrano favorite sui muscoli e i centimetri di Gucci e De Respinis.

Obiettivo trafiggere una delle difese più battute del girone con 25 gol subiti, cercando di raccogliere punti su un campo difficile dove sono cadute due big come Modena e Virtus Entella, magari tornando alla vittoria che manca da quattro partite. Fronte Montevachi, i toscani sono reduci da due bottini pieni consecutivi contro Imolese (4-1) e Grosseto (1-2). Una squadra fatta da tanti giovani, pressing offensivo continuo e un duo d’attacco, composto da Jallow e Gambale, che ha segnato 11 gol sui 18 corali. Il tecnico Malotti, alla sua terza stagione con l’Aquila, dovrebbe confermare gli stessi undici della precedente giornata, con l’ex Fano Carpani pronto a entrare a gara in corso. Ancora fuori Martorelli e Casiello. La Vis con il Montevarchi cercherà anche la prima vittoria della storia, dato che nei sei precedenti i pareggi sono due e le sconfitte quattro. Quindi, un’ulteriore stimolo per la squadra di Banchini, vogliosa di tornare a esultare davanti ai propri tifosi che anche oggi saranno presenti in terra pisana.

Così in campo. Aquila Montevarchi (3-4-1-2): Giusti, Martinelli, Achy, Tozzuolo; Lischi, Bassano, Amatucci, Barranca; Mercati; Gambale, Jallow. A disposizione: Rinaldi, Dutu, Poggesi, Senzamici, Carpani, Intinacelli, Mionic, Lunghi, Doratiotto. Allenatore Roberto Malotti.

Vis Pesaro (3-5-2): Farroni, Di Sabatino, Gavazzi, Cusumano; Piccinini, Lombardi, Coppola, Astrologo, Rubin; Tonso, Cannavò. A disposizione: Campani, Manetta, Pellizzari, Carnicelli, Pinelli, Saccani, Besea, Rossi, Marcandella, Gucci, De Respinis, Accursi. Allenatore Marco Banchini.

Nicholas Masetti