Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
22 mag 2022

"Mantenere Banchi alla Vuelle? Vediamo..."

Il neo presidente del Consorzio Franco Arceci lascia porte aperte. "Perché ero assente all’incontro con Beretta? Una scelta condivisa"

22 mag 2022
Franco Arceci il giorno della sua presentazione come nuovo presidente del consorzio «Pesaro basket»
Franco Arceci il giorno della sua presentazione come nuovo presidente del consorzio «Pesaro basket»
Franco Arceci il giorno della sua presentazione come nuovo presidente del consorzio «Pesaro basket»
Franco Arceci il giorno della sua presentazione come nuovo presidente del consorzio «Pesaro basket»
Franco Arceci il giorno della sua presentazione come nuovo presidente del consorzio «Pesaro basket»
Franco Arceci il giorno della sua presentazione come nuovo presidente del consorzio «Pesaro basket»

Il campionato è finito in gloria ed ora parte l’estate delle chiacchiere, dei progetti ed anche delle situazioni da limare. Ieri l’assente era Franco Arceci, perché ha saltato, come neo presidente del consorzio, la visita dallo sponsor Beretta. Il quale pare abbia rinviato tutte le decisioni alla fine del mese di giugno. Sul piatto c’è anche la questione Pizza, al di là delle dichiarazioni di facciata.

Arceci, perché assente all’incontro con lo sponsor Beretta?

"Non c’è nulla da nascondere sulla mia assenza. Le pubbliche relazioni sono una cosa molto, molto delicata. A questo primo incontro abbiamo scelto di fare così. E’stata una strategia condivisa con gli altri componenti della società".

A questo punto, visto il gran finale, aumentano le aspettative dopo l’entusiasmo dei playoff. Qual è il futuro?

"Eravamo partiti male e poi tutto è cambiato raggiungendo due splendidi obiettivi: si è ricreato entusiasmo in città, si sono raggiunti i playoff dopo 10 anni. Da questi due straordinari risultati dobbiamo ripartire per il prossimo anno".

Per aspera ad astra, perché la partenza non è stata delle migliori...

"Vero, raggiunti con fatica ma con merito. Grazie innanzitutto a coach Banchi a Costa, Magnifico, ai consorziati, a tutto il gruppo che ha lavorato unito. Eravamo partiti male e poi tutto è cambiato. Il basket è bellissimo perché con poco tutto può cambiare".

Dalla tribunetta ‘vip’ alla discesa in campo come presidente del consorzio subentrando a Luciano Amadori. Come è stato il battesimo dell’aria?

"Ho trovato un bellissimo ambiente e provato emozioni molto grandi in questi due mesi e mezzo. Siamo tornati a vincere e si è visto il ritorno di una bellissima cornice di pubblico. Mi ha fatto molto piacere vedere i tifosi tornare a essere orgogliosi della Carpegna Prosciutto".

E dentro il consorzio che aria tira?

"Ho incontrato 27 imprenditori molto seri, animati da passione e attaccamento ai nostri colori che sanno che la storia della Vuelle ha pagine importanti. Sono un vero valore aggiunto per la società".

E su Banchi che dice? I tifosi ci sperano

"Preferisco non parlare di questioni sportive però condivido quel che pensa la città. Riuscire a mantenere Banchi per la prossima stagione sarebbe molto importante. Mi ha detto che lui è molto gratificato della sua nazionale lettone. Ma ora anche con la Carpegna Prosciutto si è preso le sue belle soddisfazioni e il titolo di allenatore più coraggioso dell’anno. Vediamo..."

Che futuro può dipingere?

"In società tutti hanno la determinazione e l’entusiasmo di fare un campionato importante.

Speriamo che tutte le caselle si mettano al loro posto".

C’è un caso Pizza all’orizzonte o è solamente tutti un chiacchiericcio da retrobottega?

"Lorenzo Pizza è un imprenditore pieno di energia e ottimista per natura. Ha già dato una mano decisiva per l’ingresso di Mejeris. Mi piacerebbe molto poter collaborare con lui. Il suo contributo, anche se fosse solo come sponsor consentirà senz’altro di far fare un salto di qualità alla squadra".

m.g.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?